Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Montebelluna tutti in sella

COPPA COBRAM: TUTTI GIÙ PER TERRA

La goliardica rievocazione della gara di Fantozzi


MONTEBELLUNA - Tutti in sella ma anche tutti a terra per la seconda edizione della Coppa Cobram, la rievocazione della celebre corsa ciclistica del film “Fantozzi contro tutti”. Uomini e donne, in abbigliamento vintage su biciclette d'epoca e mezzi improbabili, oltre all'immancabile carro funebre. Tante cadute e soprattutto tante risate alla Coppa Cobram. Ad arringare e insultare i partecipanti c'era Luca Zanetti nella veste di direttore di gara con bandiera a scacchi e falce mortuaria. Pronti, via e caduta generale, uno addosso all'altro. Un centinaio gli atleti che si sono spinti fino al Mercato Vecchio tra una caduta e l'altra, per passare poi alle Rive e tornare in Piazza Negrelli per pranzo. Il ricavato della spettacolare gara fantozziana andrà in beneficenza.