Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE ╚ L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Montebelluna tutti in sella

COPPA COBRAM: TUTTI GI┘ PER TERRA

La goliardica rievocazione della gara di Fantozzi


MONTEBELLUNA - Tutti in sella ma anche tutti a terra per la seconda edizione della Coppa Cobram, la rievocazione della celebre corsa ciclistica del film “Fantozzi contro tutti”. Uomini e donne, in abbigliamento vintage su biciclette d'epoca e mezzi improbabili, oltre all'immancabile carro funebre. Tante cadute e soprattutto tante risate alla Coppa Cobram. Ad arringare e insultare i partecipanti c'era Luca Zanetti nella veste di direttore di gara con bandiera a scacchi e falce mortuaria. Pronti, via e caduta generale, uno addosso all'altro. Un centinaio gli atleti che si sono spinti fino al Mercato Vecchio tra una caduta e l'altra, per passare poi alle Rive e tornare in Piazza Negrelli per pranzo. Il ricavato della spettacolare gara fantozziana andrà in beneficenza.