Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

OGGI LA PRESENTAZIONE AD AGRIPOLIS DELLA CORDATA GUIDATA DA COLDIRETTI

IN VENETO UNA RETE BIO INNOVATIVA CHE VALE 3 MILIONI DI EURO

Imprese private ed atenei veneti tra gli associati


PADOVA. In Italia il biologico fattura 2,5 miliardi di euro. I numeri sono importanti anche in Veneto che guarda alla frontiera dell'ecosostenibilita' con 38 mila ettari coltivati senza chimica. Una crescita culturale da parte degli operatori agricoli che ha portato Coldiretti Veneto a creare una retebioinnovativa composta da 50 realta' private e non, piccole e grandi che sviluppano un agribusiness pari 3 milioni di euro.

Il cluster biologico e' stato presentato oggi in aula magna Pentagono dell’Università di Padova Campus di Agripolis a Legnaro in occasione del debutto del primo corso di laurea in Italia “Tecniche e gestione delle produzioni biologiche vegetali” presieduto dal professor Giuseppe Zanin. Presenti gli assessori allo sviluppo economico Roberto Marcato e il collega dell'agricoltura Giuseppe Pan a testimonianza dell'impegno della Giunta del Veneto verso un orientamento di tutela e presidio del territorio che dal primario abbraccia tutti i settori. "Diamo un'ulteriore risposta ai consumatori che chiedono tutela ambientale e produzioni salubri - ha spiegato Martino Cerantola alla guida della cordata regionale - ma soprattutto ci poniamo come insieme di forza occupazionale per gli studenti universitari che dopo il percorso formativo possono trovare un lavoro tra le tante espressioni imprenditoriali aderenti". Il direttore  Pietro Piccioni ha introdotto i motivi per cui Coldiretti ha pensato ad una simile iniziativa. "Fare sistema e' per Coldiretti una strategia - ha detto - in questo gruppo fanno parte gli atenei veneti, imprese singole e del mondo della distribuzione e trasformazione. Il valore aggiunto sta nell'applicazione delle innovazioni alle tecniche produttive in modo tale da trovare opportunita' competive per affrontare il mercato domestico e internazionale".