Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE ╚ L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il comitato promotore del Grand Raid delle Prealpi trevigiane ha consegnato il contributo a Zaia

ASSEGNO PER LA MONTAGNA DEVASTATA

I soldi raccolti tra gli iscritti alla gare del 1 settembre


VITTORIO VENETO. Un’altra goccia nel grande mare della solidarietà dimostrata dai veneti per la montagna colpita dalla tempesta Vaia arriva dal comitato promotore del Gran Raid delle Prealpi trevigiane. Ieri, 3 ottobre, una delegazione guidata dal presidente, Guido Perin, è stata ricevuta dal governatore della Regione del Veneto, Luca Zaia, nelle cui mani ha consegnato un assegno di 1.000 euro raccolti in occasione della manifestazione che si è svolta lo scorso 1^ settembre, recuperando la data di maggio che era stata cancellata per maltempo.

Il popolo del trail running è fatto di amanti della montagna. Gente che sa che cosa è la fatica di una salita, che conosce le difficoltà di correre su terreni scoscesi, che ama godere degli spettacoli che l’ambiente montano sa sempre regalare. Per questo – spiega il presidente – ha tremendamente sofferto nel vedere la devastazione provocata alle nostre montagne dall’incredibile forza del vento. La nostra è una piccola goccia che però doniamo volentieri nella speranza che chi oggi, con grandi difficoltà, risiede e lavora tra le nostre montagne possa continuare a farlo supportato da istituzioni, associazioni, cittadini che della montagna usufruiscono e godono i benefici”.

L’impegno di donare un contributo per le popolazioni montane colpite dalla tempesta Vaia è stato mantenuto nonostante il comitato promotore abbia fatto gareggiare gratuitamente quanti si erano già iscritti a maggio. “Siamo gente di parola” conclude il presidente Perin.