Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I carabinieri la ritrovano ferita

RAPITA DAGLI EX SUOCERI

Picchiata e portata via con la forza dalla famiglia dell'ex fidanzato


ROVIGO - Dopo averlo lasciato ed essere andata a vivere con un altro ragazzo, la famiglia dell'ex la rapisce e le rasa la testa, come si usava arcaicamente in caso di adulterio. Tutto è cominciato mercoledì scorso, a Quistello, nel Mantovano, dove un ragazzo serbo di 27 anni si è presentato alla stazione dei carabinieri per denunciare l'accaduto: tre persone si sono presentate a casa sua con una taglierino, hanno picchiato sia lui che la fidanzata 24enne. Poi lei è stata portata via con la forza, rapita dai parenti dell'ex.
I carabinieri mantovani si sono messi subito sulle tracce di Dragan Beltrame di 28 anni e dei suoi genitori, famiglia rom che vive nel Polesine a Lendinara, trovando lui a casa con le nocche delle mani sbucciate come se avesse picchiato qualcuno, e dei vestiti sporchi di sangue. Ma la ragazza e i genitori dell'ex non ci sono. La 24enne viene trovata grazie a diversi posti di blocco a bordo di una Mercedes Station Wagon.
Sembra la scena di un film dove in un posto di blocco i carabinieri intercettano l'auto e notano a bordo una ragazza che si sbraccia chiedendo aiuto. L'auto viene fermata dopo un breve inseguimento e la ragazza è salva, anche se ferita e sanguinante. Ai militari ha raccontato di aver vissuto un incubo anche prima, quando viveva con il ragazzo rom, vittima di usanze particolari e di un contesto culturale di difficile comprensione, dove probabilmente ha subito anche violenze sessuali.
Per il suo ex e gli ex suoceri sono scattate le manette con l'accusa di sequestro di persona. Dragan e il padre sono stati portati al carcere di Rovigo, mentre la madre Gordana mitic è stata portata al carcere di Verona.