Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Veneto investe in tecnologia

DA VINCI 2: IL ROBOT CHE OPERA

Arriva a Portogruaro il robot chirurgo


PORTOGRUARO - Si chiama Da Vinci 2, ed è un robot di seconda generazione che potrà essere utilizzato negli ospedali del Veneto. E' in grado di intervenire in undici diverse specialità chirurgiche, sa fare trapianti di rene e di pancreas tramite due postazioni di controllo remoto, intuisce i movimenti e riduce i tremori. E' stato acquistato dall'ospedale di Portogruaro ed è motivo di vanto per la Regione veneto, che continua ad investire in tecnologia. Ma il gioiello inaugurato un anno fa a Padova è invece inutilizzato da tre mesi in quanto "prigioniero" nella vecchia sala operatoria. Sono gli inconvenienti del vecchio ospedale Giustinianeo, in attesa che venga costruito il nuovo polo sanitario a Padova est, con 950 posti letto e una spesa di 650 milioni. Tecnologie e macchinari nuovissimi quindi, in edifici che hanno più di 60 anni, spesso prigionieri di cantieri e sale impraticabili, uno spreco di soldi finanziati dalla Fondazione caripari e dalla Regione, perchè il Da Vinci 2 è costato quasi 4 milioni di euro. E adesso si conta di risolvere il problema nei prossimi giorni, entro il 20 di ottobre. Nel frattempo il da Vinci 2 è arrivato anche a Portogruaro, dove, assicura la Lanzarin, non mancheranno le necessarie attenzioni.