Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/287: ALL'ALBENZA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG

Dario Bartolini si aggiudica il titolo italiano asoluto


BERGAMO - A conclusione del nostro challenge, è il momento del Campionato individuale 2019. Siamo ad Almenno San Bartolomeo, nel Bergamasco, al Golf Club Albenza. Il Campo copre 85 ettari di delicate colline in direzione delle Prealpi lecchesi, su cui si snodano 27 buche nate da più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Da 945 poltrone a 600

IL SI AL TAGLIO DELLE CAMERE

I 5 stelle esultano per il taglio dei parlamentari


553 voti a favore, 14 contrari e due astenuti: alla fine è arrivato il tanto atteso ok per il taglio dei parlamentari. Il disegno di legge costituzionale riduce i deputati a 400 dai 630 attuali, e i senatori a 200 dai 315. Una grande vittoria dei cittadini ha affermato Di Maio. Raramente si era vista una grande quantità di si. Svariati i dissensi: da +Europa, da Sgarbi, conorevole del gruppo misto, che ha definito i tagli uno "stupro" del Parlamento, così come dalla Bonino, preoccupata per l’egemonia del M5S. Un taglio epocale di numerose poltrone che era stato promesso, ma a cui in pochi avevano creduto.
Una vittoria per il popolo, anche se qualcuno ironizza sull’effettivo risparmio che si avrà da questa manovra, perché comunque resteranno i costi fissi della camera, ovvero 950 milioni. Però i pentastellati preferiscono far notare che il risparmio è di 300mila euro al giorno circa, considerato che ogni deputato fra stipendi e rimborsi costa 233 mila euro.
Si rafforza la leadership giallo-rossa, e ora si pensa alle riforme da fare, a cominciare dalla Legge elettorale.