Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il fidanzato č "normalitā"

INCINTA A 13 ANNI

La ragazzina č stata portata in una struttura protetta


CITTADELLA - 13 anni e incinta. Non è un programma televisivo, ma la realtà di una ragazzina Sinti che è stata ricoverata in ospedale per controlli legati alla gravidanza e successivamente è stata portata dai Servizi Sociali in una struttura protetta. "Siamo Sinti e abbiamo delle regole diverse rispetto a voi – ha affermato il fidanzato 32enne - Nella nostra cultura rimanere incinta a quell’età è la normalità".
Intanto però i Carabinieri sono stati informati della vicenda e sono in corso accurate verifiche. Succede a Cittadella, nell’Alta Padovana.
La protagonista è un’adolescente che dovrebbe partorire un bambino il 16 novembre. La ragazzina fa parte di una famiglia di nomadi Sinti che si sposta tra il bassanese ed il cittadellese, ma ora le è stato imposto il trasferimento in una struttura protetta. Però i genitori e il fidanzato la rivogliono indietro.
“Io e la mia ragazza ci vogliamo bene – ha affermato il 32enne – non c’è stata nessuna costrizione, nessuna violenza”. Per i genitori è un sequestro di persona, ma le Forze dell’ordine e i Servizi Sociali vogliono far luce sulla vicenda vista la giovane età della ragazza, intanto ospite di una struttura protetta.