Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presentato il progetto di recupero dell'ex Sporting Club Zambon

ECCO IL TENNIS CLUB DI ADRIANO PANATTA A TREVISO

Due milioni e mezzo per campi, piscine e ristorante


TREVISO - Illustrato nei dettagli a Ca' Sugana il progetto di ristrutturazione dell'ex Sporting Club Bepi Zambon in via delle Medaglie d'Oro a San Zeno, di recente acquistato da Adriano Panatta, 69 anni, e dall'amico Philippe Donnet, AD di Generali. L'acquisizione è costata circa mezzo milione di euro, il costo dell'intera operazione si aggira sui 2 milioni e mezzo. Apertura prevista per settembre del 2020: ci saranno club house, una nuova piscina, campi da tennis (il numero di 11 verrà ridotto) e di paddle, una piscina coperta, ristorante, un'area verde. Tutto ad energia green. Ed una scuola di tennis, soprattutto per bambini. "Vivo a Treviso con la mia compagna Anna Bonamigo-ha detto l'ex numero 4 al mondo-ho pensato che poteva essere una occasione interessante come imprenditore. E poi con una fidanzata trevigiana mi sono detto: "Ma ando vado?". Lo Sporting Club non me lo ricordavo, devo averci anche giocato, l'ho visto ed è messo male. Allora ho parlato col sindaco Conte, è stato fatto un piano finanziario, trovato il socio al 50% in Donnet, vinto l'asta ed eccoci qua. Sarà un club accessibile solo ai soci, che troveranno tutto a disposizione, con una parte dedicata alle donne. E, lo sottolineo, a me interessa che il tennis lo imparino soprattutto i bambini: io il tennis lo concepisco un po' all'antica, più qualità che quantità, e cioè rovescio ad una mano anzichè due."
Cosa lo ha spinto a questo passo? "Io a Treviso vivo molto bene, sono stato accolto in maniera ddirittura commovente, è una città parecchio civile. Io al Club sarò sempre presente, mi occuperò della scuola tennis: è una bella sfida."