Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sconfitta con tante recriminazioni per il Benetton

IN 14 PER 70 MINUTI I LEONI CEDONO AGLI OSPREYS

Dopo 12' espulso Marco Lazzaroni


SWANSEA - Al Liberty Stadium di Swansea partono bene i Leoni che, alla prima incursione dentro i 22m avversari, conquistano un calcio di punizione per un placcaggio alto su Fuser. Keatley dalla piazzola fa +3. Capitan Sgarbi e compagni sono pienamente in partita, ma all’11’ arriva l’episodio che cambierà match: cartellino rosso per Lazzaroni. I Leoni accusano il colpo e un’istante dopo, alla prima occasione dentro i 22m biancoverdi, gli Ospreys da maul vanno in meta con il tallonatore Parry; Price sbaglia la trasformazione. Nonostante l’inferiorità numerica gli uomini di Crowley si riportano in avanti guadagnando un calcio di punizione. Keatley è preciso e centra i pali. Al 21’ però si ripete il copione della prima meta, gli Ospreys ancora da maul trovano la meta ancora con Parry, termina fuori la trasformazione di Price. L’inferiorità numerica si fa sentire ed al 31’ i padroni di casa allungano le distanze con la meta di Williams, questa volta trasformata da Price. Nel finale di primo tempo, un placcaggio alto su Sperandio permette a Keatley di portare i Leoni dentro i 22m avversari, purtroppo nulla da fare, si perde il possesso dell’ovale. Nella ripresa le cose non cambiano ed al 44’ arriva la tripletta di Parry che consente così ai gallesi di guadagnare il punto di bonus offensivo. La meta viene trasformata da Price. Sarto prova a dare una scossa ai suoi con un bel break, ma qualche fase dopo Pettinelli perde il pallone in avanti. Al 55’ buona azione dei Leoni con il cross kick di Keatley per Ioane che prende l’ovale dentro i 22m di Ospreys, il passaggio di quest’ultimo verso McKinley viene interrotto irregolarmente. L’arbitro decide di estrarre il cartellino giallo a Williams e padroni di casa temporaneamente in 14. Dalla penaltouche, i Leoni provano ad avanzate costruendo una rolling maul che purtroppo non porta al successo. Al 71’ Rizzi prova un grubber per Ioane ma la giocata non riesce. Qualche minuto più tardi, precisamente al 73’ Cracknell si rende protagonista di un placcaggio pericoloso su Cannone, per l’arbitro è solo giallo. Dalla touche, incomprensione tra Baravalle ed i saltatori, la palla giunge comunque nelle mani di Rizzi che è lesto a portarla avanti con il piede e schiacciarla in meta. Lo stesso Rizzi trasforma dalla piazzola. Nel finale i Leoni sfruttano al meglio l’ultima occasione, Rizzi riesce a raggiungere Sarto all’ala con un cross kick ed è la meta che consente ai Leoni di acciuffare il punto di bonus difensivo. Rizzi è preciso dalla piazzola e trasforma.

OSPREYS-BENETTON 24-20

OSPREYS 15 Cai Evans, 14 Luke Morgan (7’ Hanno Dirksen), 13 Scott Williams, 12 Tiaan Thomas-Wheeler, 11 Keelan Giles (20’ Tom Williams), 10 Luke Price, 9 Matthew Aubrey (66’ Reuben Morgan-Williams), 8 Gareth Evans (56’ Dan Baker), 7 Sam Cross, 6 Olly Cracknell, 5 Lloyd Ashley, 4 Dan Lydiate (C) (54’ Will Griffiths), 3 Tom Botha, 2 Sam Parry (50’ Scott Otten), 1 Rhodri Jones (56’ Gareth Thomas). All. Clarke
BENETTON 15 Luca Sperandio (50’ Ian McKinley), 14 Leonardo Sarto, 13 Ignacio Brex, 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Monty Ioane( esce al 73’), 10 Ian Keatley (58’ Joaquin Riera), 9 Luca Petrozzi (66’ Charly Trussardi), 8 Toa Halafihi (50’ Antonio Rizzi), 7 Giovanni Pettinelli (55’ Lodovico Manni), 6 Marco Lazzaroni, 5 Marco Fuser, 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri (40’ Filippo Alongi), 2 Engjel Makelara (47’ Tomas Baravalle), 1 Cherif Traore (47’ Damiano Borean). All. Crowley
MARCATORI: 4’ p. Keatley, 12’ meta Parry, 16’ p. Keatley, 21’ meta Parry, 31’ meta Williams tr. Price, 44’ meta Parry tr. Price, 76’ meta Rizzi tr. Rizzi, 80’ meta Sarto tr. Rizzi.
NOTE: 11’ cartellino rosso a Lazzaroni, 55’ giallo a Williams, 73’ giallo a Cracknell