Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'indagine mette Treviso in 7^ posizione

CITTÀ SICURA, MA SALE L'USO DI DROGA

Treviso si conferma tra le province più vivibili d’italia


TREVISO - Lo rivela uno studio condotto dal Sole 24 Ore: la Marca primeggia in Veneto, superando anche Belluno, per il basso numero di reati. L’indice di criminalità e ordine pubblico è stato elaborato dal Sole 24 Ore nell’ambito dell’indagine sulla qualità della vita nelle province italiane.
Nella Marca nel 2018 sono state registrate 2.352 denunce ogni 100mila abitanti, e per fare un confronto, Vicenza ne ha registrate 2.720, mentre Verona ne ha registrate 3.389. Il Prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà elogia le forze dell’ordine che controllano il territorio in maniera efficiente e capillare, ma fa notare che purtroppo c’è un dato in continua crescita: quello del consumo di droga. “Dobbiamo andare a fondo delle ragioni di questi abusi – ha affermato il Prefetto- Treviso ha un contesto sociale sereno, problemi economici tutto sommato contenuti, una buona prospettiva di vita, non ci sono zone di degrado.  - E ha aggiunto - La marca non è sulle grandi rotte della droga, è un terminale di piccolo spaccio funzionale al consumo, ma dobbiamo insistere sulla prevenzione". Un riferimento anche all’ultimo caso di morte, quella di Leonardo Bottan, stroncato da una sospetta overdose da eroina gialla e ritrovato nel bagno di un fast food a San Vendemiano.