Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rifugiati che imparano l'arte

UN NUOVO PROGETTO DI INTEGRAZIONE

IntegrART, integrati con l’arte


TREVISO - Un nuovo progetto di integrazione attraverso lo studio e la scoperta della storia dell’arte , della letteratura e del teatro. IntegrART è un’associazione di promozione sociale guidata da Jelena Zivkovic che lavora da anni con scuole, biblioteche e musei, e si occupa di formazione fuori dai soliti schemi. E per chi pensa che educare all’arte i rifugiati sia una cosa da sognatori, Jelena risponde di provare ad immaginare un nigeriano che parla al bar con Dante. Disegnano, studiano le proporzioni e costruiscono scenografie per il teatro questi ragazzi, senza pietismo per la storia che hanno alle loro spalle. Si guarda al futuro, spiega Jelena, di origine serba e residente a Treviso da 30 anni. Assieme a lei lavorano altre 4 persone: Abubacarr Gibba, gambiano, cantastorie alla Biblioteca BRAT di Treviso in un’iniziativa che prevede lo scambio di fiabe tra Paesi lontani; Salif Camara, guineano, professore del corso gratuito di francese per italiani; Marco Zebai, presidente di Binario 1 e attivista per rigenerazione urbana; Tomàs Ornaghi, per metà spagnolo e per metà italiano, artista concettuale attualmente in Olanda per conseguire la sua seconda laurea.
Tra le attività di IntegrART sono previsti laboratori di fotografia e di pittura, conversazioni in francese con i rifugiati sui temi di attualità - che partiranno il 26 ottobre - ma anche visite ai musei per trarre ispirazione, scegliere un’opera e farla propria, raccontandola e riproducendola con tavolozza e pennelli.
Un approccio all’integrazione rivoluzionario per i richiedenti asilo, e una grande sfida.