Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due atleti dalla Germania per dieci giorni a Treviso

DALLA GERMANIA ALLA MARCA, OSPITI DEL VOLLEY TREVISO

Scuola al mattino e allenamenti con l'under 16 al pomeriggio


TREVISO. Scambio sportivo e culturale tra Volley Treviso e SVG Lüneburg, società tedesca da qualche stagione ai vertici del campionato di Bundesliga. Dopo la partecipazione di alcuni atleti orogranata insieme al coach dell’under 14 Leonardo Renosto al camp organizzato dal Lüneburg quest’estate, le due società hanno organizzato una “vacanza sportiva” di circa dieci giorni a Treviso per dare l’opportunità a due atleti classe 2004 appartenenti al club tedesco di misurarsi e confrontarsi in uno dei settori giovanili italiani più vincenti.

I due ragazzi, Connor e Bent, ogni mattina hanno frequentato la scuola insieme a uno degli atleti trevigiani, mentre nei pomeriggio si sono allenati con l’under 16 di coach Diego Martin, trovando anche il tempo per fare i turisti insieme alle rispettive famiglie che li hanno accompagnati. Entusiasti, i due ragazzi hanno risposto alle domande degli improvvisati intervistatori Luca Pozzebon e Mattia Filippelli, due dei quattro atleti orogranata che quest’estate hanno partecipato al camp a Luneburgo. “E’ la prima esperienza per noi in un paese straniero” spiegano Connor e Bent all’unisono “e siamo molto contenti di aver avuto questa occasione. Abbiamo imparato qualche parola in italiano a scuola, ma è molto difficile per noi capire quello che dicono gli insegnanti. In ogni caso abbiamo passato dei bei momenti in classe”. Alla domanda sul posto più bello visitato, i due non hanno dubbi: “Venezia è bellissima. Una città molto antica e veramente fuori dal comune. Ma abbiamo avuto modo di vedere anche Treviso”. Per i due giovani pallavolisti, però, sono gli allenamenti una delle cose più interessanti della permanenza in Italia: “E’ molto stimolante allenarci qui con Volley Treviso, stiamo imparando moltissime cose” dice Bent, mentre Connor sottolinea la diversità rispetto alla routine a cui sono abituati: “Le sedute di allenamento qui sono più lunghe e faticose e si lavora molto di più dal punto di vista fisico e muscolare. E’ dura, ma è anche molto divertente”.

Un’esperienza che rinsalda il rapporto tra il sodalizio italiano e quello tedesco, che dopo aver raggiunto con la prima squadra l’alta classifica della Bundesliga sta lavorando molto per far progredire il proprio settore giovanile: Stefan Hübner ed Eugenio Dolfo, primo e secondo allenatore della serie A e vecchie conoscenze di Treviso, sono molto attenti alla crescita dei giovani pallavolisti del club e questo tipo di iniziative senza dubbio arricchisce e apre la mente dei ragazzi. Lo confermano anche i due orogranata Luca e Mattia: “Durante il camp che abbiamo fatto ad agosto in Germania abbiamo avuto la possibilità di capire com’è la pallavolo fuori dai nostri confini. Un’esperienza da rifare, la consiglio ai miei coetanei” dichiara Luca. “Anche per me è stata molto positiva: è stato bello potersi confrontare con atleti di un’altra nazionalità e con usi e abitudini diversi dai nostri” sono le parole di Mattia.


Galleria fotograficaGalleria fotografica