Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Omicidio di Rolle, rinvio dell'udienza

SERGIO PAPA SI LAMENTA DEL SUO AVVOCATO

“O fa come dico io, o finisce male”


TREVISO - Ennesimo colpo di scena nel processo a Sergio Papa, il 35enne accusato degli omicidi di Loris e Annamaria Nicolasi, i coniugi trovati senza vita nel giardino della loro casa a Rolle, uccisi con una roncola il 1 marzo 2018.
Nell’udienza di ieri l’avvocato difensore di Papa, Alessandra Nava, ha chiesto un rinvio a sorpresa per problemi di comunicazione con il suo assistito. Ma a minare la relazione tra Sergio Papa e il suo avvocato sarebbero soprattutto le critiche rivolte alla legale che il 35enne avrebbe condiviso con il compagno di cella: “O fa come dico io, o finisce male”, avrebbe affermato. E la memoria va a un’altra deposizione di un altro compagno di cella di Papa, che aveva raccontato che Sergio papa in carcere non ha mai detto di essere innocente. "Dimostrava atteggiamenti paranoici, pensava ci fossero microfoni nascosti, e non ha mai voluto parlare di quello che era successo a Rolle. In carcere non era benvoluto perché ha ucciso due anziani", ha raccontato il compagno di cella. Nel frattempo l’avvocato Nava chiede di confrontarsi con il suo assitito per capire se da parte sua c’è ancora fiducia in lei e nel suo lavoro.