Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Omicidio di Rolle, rinvio dell'udienza

SERGIO PAPA SI LAMENTA DEL SUO AVVOCATO

“O fa come dico io, o finisce male”


TREVISO - Ennesimo colpo di scena nel processo a Sergio Papa, il 35enne accusato degli omicidi di Loris e Annamaria Nicolasi, i coniugi trovati senza vita nel giardino della loro casa a Rolle, uccisi con una roncola il 1 marzo 2018.
Nell’udienza di ieri l’avvocato difensore di Papa, Alessandra Nava, ha chiesto un rinvio a sorpresa per problemi di comunicazione con il suo assistito. Ma a minare la relazione tra Sergio Papa e il suo avvocato sarebbero soprattutto le critiche rivolte alla legale che il 35enne avrebbe condiviso con il compagno di cella: “O fa come dico io, o finisce male”, avrebbe affermato. E la memoria va a un’altra deposizione di un altro compagno di cella di Papa, che aveva raccontato che Sergio papa in carcere non ha mai detto di essere innocente. "Dimostrava atteggiamenti paranoici, pensava ci fossero microfoni nascosti, e non ha mai voluto parlare di quello che era successo a Rolle. In carcere non era benvoluto perché ha ucciso due anziani", ha raccontato il compagno di cella. Nel frattempo l’avvocato Nava chiede di confrontarsi con il suo assitito per capire se da parte sua c’è ancora fiducia in lei e nel suo lavoro.