Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ben 160 classi prenotate

NATURA IN POSA, LA MOSTRA

800 visite e attivitÓ gratuite alle prime 800 classi che si prenoteranno


TREVISO - La grande mostra incuriosisce scuole e ragazzi.Sono ben 160 le classi che hanno già prenotato una visita a “NATURA IN POSA. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea”.Il progetto didattico, presentato lo scorso 26 settembre al Museo Santa Caterina, frutto della collaborazione tra Città di Treviso, Civita Tre Venezie e Coopculture, mette a disposizione 800 visite e attività gratuite alle prime 800 classi che si prenotano al numero tel. 041 8627167.
Il programma si articola in proposte declinate in base alle diverse fasce d’età, con percorsi personalizzati per le scuole primarie e dell’infanzia e le scuole secondarie di I e II grado.
 
«Siamo veramente contenti di questo primo risultato di Natura in Posa, che denota grande curiosità da parte dei docenti e degli studenti», le parole dell’assessore ai Beni culturali e Turismo della Città di Treviso, Lavinia Colonna Preti. «Anche grazie alla sinergia con i dirigenti scolastici è stato possibile coinvolgere le scuole in questo nostro progetto che parte dai capolavori del Kunst di Vienna ma che nei prossimi anni, porterà a Treviso altre mostre in stretto legame con il nostro territorio».
 
La mostracostituisce un percorso unico alla scoperta dell’evoluzione del genere pittorico della “natura morta” e porta per la prima volta in Italia 50 opere dal prestigioso Kunsthistorisches Museum di Vienna. Celebri pittori tra i quali i fiamminghi Brueghel il Vecchio, Pieter Claesz, Jan Weenix o Ludovico Pozzoserrato (naturalizzato veneto), i veneti Francesco Bassano, Elisabetta Marchioni, il bergamasco Evaristo Baschenis dialogheranno con i più grandi fotografi contemporanei, da David LaChapelle a Martin Parr, da Nobuyoshi Araki a Robert Mapplethorpe.
 
PROGRAMMA DIDATTICO COMPLETO
Le attività didattiche per le scuole primarie e dell’infanzia (durata: 1 ora/1 ora 30 minuti max).
Le cornici parlano(visita + laboratorio), inviterà i bambini a stimolare i cinque sensi. Muniti di tre fogli ciascuno e di tre matite colorate dovranno disegnare con un colore i suoni a occhi chiusi (dopo aver osservato una selezione di dipinti), mentre con un altro colore dovranno provare a disegnare un sapore e con ultimo colore un odore. Poi mischieranno i vari foglietti piegati fra di loro e dovranno provare con fantasia a riconoscere il suono, odore o sapore in questione osservando le linee.
Con Dall’uovo alla gallina (visita + laboratorio), i piccoli partecipanti, dapprima osserveranno da vicino le nature morte esposte al Complesso di Santa Caterina, per scoprirne i dettagli e svelare il significato degli oggetti e degli elementi naturali. Quindi, ciascuno potrà creare una natura morta nel laboratorio del museo, giocando con le tecniche del disegno e del collage.
In Pop-Up fruit (visita + laboratorio), i bambini dovranno osservare elementi delle opere per arrivare poi a ricostruire in laboratorio una natura morta in pop up.
Occhio al particolare, chi cerca trova… in collaborazione con il Gruppo degli Alcuni, sarà una visita attiva che si svolgerà nelle sale del museo; in ogni stanza ci sarà un indizio da segnare su una mappa che verrà consegnata all’ingresso; arte, geografia e storia creeranno un intreccio divertente per scoprire la mostra attraverso piccoli dettagli che altrimenti resterebbero nascosti.
 
Le attività didattiche per le scuole secondarie di I e II grado (durata: 1 ora e 30 minuti).
Natural-mente, alla ricerca dei simboli dei quadri sarà una visita teatralizzata dove i ragazzi dovranno interagire con i quadri e creare dei tableaux-vivant. Una volta scelto il soggetto, sarà chiesto loro di analizzarlo da vicino per poi confrontarsi e imitarlo a turno e rendere viva una natura morta, attraverso il proprio corpo.
Ops! forse... lo so fare anch’io? (visita + laboratorio) sarà un gioco d’improvvisazione che porterà gli allievi delle scuole a comprendere il soggetto dei vari capolavori, approfondendo il contesto storico e le committenze, solo con l’uso delle parole. Il fine è quello di condurli a una espressione creativa, senza l’uso di tele e pannelli, ma solo con le parole e i segni.
Still leben-Still leffen-Still life sarà una visita guidata alla mostra che potrà essere legata ai programmi di classe, agganciandosi trasversalmente alle tematiche storiche-sociali-politiche affrontate nell’attività didattica.