Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Anticipate le linee programmatiche: "Serve una riforma 5.0 per l'editoria"

"INFORMAZIONE SETTORE CRUCIALE: NON TAGLI, MA SOSTEGNO"

Il sottosegretario Andrea Martella incontra i giornalisti veneti


VENEZIA - “Nella legge di bilancio ci sarà adeguata attenzione al tema dei finanziamenti pubblici all’informazione, non tagli, ma interventi per garantire stabilità e continuità al sostegno di un settore cruciale per il Paese, in vista di una nuova legge di riforma per l’editoria 5.0”. Lo ha ribadito Andrea Martella, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, con delega all’Editoria, nella sua prima uscita pubblica dopo la recente nomina, nella sede del Sindacato Giornalisti del Veneto a Venezia.
Davanti ad una platea composta, oltre che dal rappresentanti veneti della categoria, in testa la segretaria del sindacato Monica Andolfatto, anche dal presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti e da delegazioni da varie altre regioni italiane, Martella ha più volte richiamato l’articolo 21 della Costituzione, sulla libertà di stampa, secondo il monito spesso lanciato anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
L’esponente dell’esecutivo ha annunciato che il 29 ottobre illustrerà in Parlamento le linee programmatiche del suo dipartimento. “Ma è chiaro – ha precisato - che il governo deve impegnarsi per dare concretezza con i dovuti sostegni a libertà di espressione e pluralismo”. Il sottosegretario ha escluso il commissariamento dell’Inpgi, l’istituto di previdenza dei giornalisti, definendone l’autonomia un presidio essenziale, “Semmai c’è la possibilità di anticipare l’ingresso dei comunicatori, oggi previsto per il 2023”. Soprattutto ha posto come priorità il contrasto alla precarietà e alle basse retribuzioni per i molti collaboratori dei mezzi di informazione, spesso fuori dal lavoro dipendente non per una loro scelta. “Va riconosciuto il giusto compenso e la commissione sarà ricostituita – ha assicurato Martella – così come vanno agevolate le stabilizzazioni dei lavoratori, incentivandone l’assunzione”. Il sottosegretario ha, inoltre, annunciato che presto sarà a Milano e Napoli, raccogliendo le sollecitazioni dei rappresentanti sindacali presenti a un incontro per affrontare rispettivamente i nodi delle piccole aziende editoriali in crisi per il taglio dei contributi e dei cronisti minacciati che, nella sola Campania, vede quattro giornalisti sotto scorta. Martella, inoltre, è stato invitato a Trento dove, a dicembre, sarà presentata la Fondazione dedicata ad Antonio Megalizzi, il giovane cronista morto il 14 dicembre 2018 in seguito a un attacco terroristico a Strasburgo.