Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/310: MOLINARI INTERVISTA MOLINARI

Edoardo interroga il fratello Francesco (svelando qualche segreto)


TORINO - Anzitutto una premessa: Edoardo Molinari, che ha conosciuto e lavorato con i maestri più famosi, ha aperto al “Royal Park i Roveri”, un’accademia dedicata al mondo del golf, la più importante in Italia. In essa Dodo, con il suo staff, intende...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo Luigi Calesso alcuni passaggi sono discriminatori nei confronti delle famiglie mono e omogenitoriali

L'OPUSCOLO SUI DIRITTI DEI BAMBINI SEGNALATO ALL'UFFICIO NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI

"Visione retrograda e anacronistica della famiglia".


TREVISO. Una segnalazione all'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni per l'opuscolo del comune di Treviso sui diritti dei bambini. A farla è stato Luigi Calesso di "Coalizione civica" dopo aver appreso che l'opuscolo è stato distribuito in tutte le scuole primarie della città e durante un'iniziativa in piazza svoltasi sabato scorso. Secondo Calesso in vari punti dell'opuscolo si fa riferimento non ai "genitori" ma a "papà e mamma", espressione che appare chiaramente discriminatoria nei confronti delle famiglie omogenitoriali e anche delle famiglie in cui è presente un solo genitore. "L'opuscolo in questione - spiega Calesso - . Contiene una versione maldestra e discriminatoria di alcuni articoli della Convenzione dei diritti dei bambini. La corretta traduzione degli articoli della Convenzione, infatti, non parla di mamma e papà ma correttamente di genitori in modo tale che in questa espressione possono essere inclusi tutti i tipi di famiglie". Calesso chiede il ritiro dell'opuscolo e la sostituzione con uno contenente una versione fedele all'originale della Convenzione dei diritti dei bambini.

Galleria fotograficaGalleria fotografica