Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/342: BEZUIDENHOUT RIMONTE NEL FINALE E VINCE IL DUNHILL CHAMPIONSHIP

Niente da fare per gli italiani Gagli e Pavan


SUN CITY (SUDAFRCIA) - È ancora in Sudafrica l’European Tour, per il secondo dei tre tornei consecutivi, dove si disputa l’Alfred Dunhill Championship. La scorsa settimana è stato anticipato dallo Joburg Open a cui partecipavano gli azzurri Scalise e Pavan, la vittoria...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo Luigi Calesso alcuni passaggi sono discriminatori nei confronti delle famiglie mono e omogenitoriali

L'OPUSCOLO SUI DIRITTI DEI BAMBINI SEGNALATO ALL'UFFICIO NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI

"Visione retrograda e anacronistica della famiglia".


TREVISO. Una segnalazione all'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni per l'opuscolo del comune di Treviso sui diritti dei bambini. A farla è stato Luigi Calesso di "Coalizione civica" dopo aver appreso che l'opuscolo è stato distribuito in tutte le scuole primarie della città e durante un'iniziativa in piazza svoltasi sabato scorso. Secondo Calesso in vari punti dell'opuscolo si fa riferimento non ai "genitori" ma a "papà e mamma", espressione che appare chiaramente discriminatoria nei confronti delle famiglie omogenitoriali e anche delle famiglie in cui è presente un solo genitore. "L'opuscolo in questione - spiega Calesso - . Contiene una versione maldestra e discriminatoria di alcuni articoli della Convenzione dei diritti dei bambini. La corretta traduzione degli articoli della Convenzione, infatti, non parla di mamma e papà ma correttamente di genitori in modo tale che in questa espressione possono essere inclusi tutti i tipi di famiglie". Calesso chiede il ritiro dell'opuscolo e la sostituzione con uno contenente una versione fedele all'originale della Convenzione dei diritti dei bambini.

Galleria fotograficaGalleria fotografica