Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PI┘ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo Luigi Calesso alcuni passaggi sono discriminatori nei confronti delle famiglie mono e omogenitoriali

L'OPUSCOLO SUI DIRITTI DEI BAMBINI SEGNALATO ALL'UFFICIO NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI

"Visione retrograda e anacronistica della famiglia".


TREVISO. Una segnalazione all'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni per l'opuscolo del comune di Treviso sui diritti dei bambini. A farla è stato Luigi Calesso di "Coalizione civica" dopo aver appreso che l'opuscolo è stato distribuito in tutte le scuole primarie della città e durante un'iniziativa in piazza svoltasi sabato scorso. Secondo Calesso in vari punti dell'opuscolo si fa riferimento non ai "genitori" ma a "papà e mamma", espressione che appare chiaramente discriminatoria nei confronti delle famiglie omogenitoriali e anche delle famiglie in cui è presente un solo genitore. "L'opuscolo in questione - spiega Calesso - . Contiene una versione maldestra e discriminatoria di alcuni articoli della Convenzione dei diritti dei bambini. La corretta traduzione degli articoli della Convenzione, infatti, non parla di mamma e papà ma correttamente di genitori in modo tale che in questa espressione possono essere inclusi tutti i tipi di famiglie". Calesso chiede il ritiro dell'opuscolo e la sostituzione con uno contenente una versione fedele all'originale della Convenzione dei diritti dei bambini.

Galleria fotograficaGalleria fotografica