Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La gente è stanca e ha paura

ANCORA SPARI SULLA OSTIGLIA

Sorpreso un cacciatore che imbraccia la doppietta


MORGANO - Ancora spari sulla ciclo-pedonale Treviso Ostiglia, e i cittadini non ne possono più. In pieno parco del Sile, dove vige il divieto assoluto di caccia, si sentono spari di cacciatori vicino al percorso, frequentato da famiglie con bambini, da ciclisti e da runners che vogliono godersi la tranquillità della natura e l'attività all'aria aperta. Ma in realtà sono spaventati dai cacciatori, che sparano a pochi metri da loro, incuranti dei divieti. L'ennesimo episodio è avvenuto domenica mattina intorno alle 11 all'altezza delle "buse", le ex cave di Morgano, mentre c'erano parecchie persone che passeggiavano. A 50 metri, un cacciatore che imbracciava il fucile e sparava 4 colpi. L'uomo è stato fotografato da un runner che correva proprio lì. La zona è un'area protetta dove vige l'assoluto divieto di caccia. Il sindaco Rostirolla promette di far intensificare i controlli e chiederà alla Provincia degli aiuti per vigilare l'area, perché queste situazioni non devono più accadere.