Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/290: GRAN RIMONTA DI FLEETWOOD IN SUDAFRICA

L'inglese fa suo il Nedbamk Challenge. Bene Migliozzi


SUN CITY (SAF) - Siamo al settimo degli otto eventi delle Rolex Series dell’European Tour, si gioca sul percorso del Gary Player CC, a Sun City in Sudafrica, uno dei Campi più lunghi del mondo (8.000 m). Nato nel 1981 come evento riservato a pochi eletti, tra i migliori al mondo che si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/289: COLPO DI RORY MCILROY NEL WGC DI SHANGHAI

Il nordirlandese si impone al playoff su Schauffele


SHANGHAI - Sheshan International GC. È in atto l’ultima delle quattro gare stagionali del World Golf Championships, il circuito mondiale secondo per importanza solo ai quattro major. Due gli azzurri in Campo, Francesco Molinari e Andrea Pavan, difende il titolo lo statunitense Xander...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/288: TRIONFO DA RECORD IN GIAPPONE PER TIGER WOODS

La "Tigre" raggiunge il mito Snead con 82 titoli sul circuito


Non finisce di stupire Tiger Woods, il grande Campione. Eccolo allo Zozo Championship, giocato sul par 70 dell'Accordia Golf Narashino a Chiba, l’evento con cui il PGA Tour fa il suo esordio in Giappone. Aveva un obiettivo Tiger Woods: raggiungere Sam Snead, che lo avanzava di un solo titolo...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Genitori delusi dalla sentenza

QUATTRO ANNI DI CARCERE

Investì il piccolo Thiago mutilandogli una gamba


VICENZA - Sono stati dati 4 anni di carcere a Pietro Dal Santo, il muratore che investì a Marostica il piccolo Thiago mutilandogli una gamba. Il pubblico ministero Barbara De Munari aveva chiesto per lui una pena esemplare, di otto anni e otto mesi, perciò è probabile che la Procura di Vicenza nelle prossime settimane faccia ricorso per ottenere una pena più severa. L'incidente avvenne l'8 marzo scorso a Marostica, dove il muratore alla guida di un furgoncino ubriaco fradicio e stava fuggendo a un posto di blocco della polizia.
Una corsa finita male: l'uomo travolse una mamma che stava passeggiando con il suo bambino di 14 mesi nel passeggino. L'impatto con il furgone strappò l'arto inferiore del bambino, Thiago, che adesso cammina con una piccola protesi. I genitori non cercano vendetta, ma solo giustizia. Delusi dalla sentenza di ieri perché si aspettavano una pena più severa, hanno affermato che comunque "nessuna condanna avrebbe potuto restituire la gamba al piccolo Thiago". Il giudice ha sicuramente tenuto conto del percorso di recupero intrapreso da Pietro Dal Santo, che sta frequentando gli alcolisti anonimi e sta mantenendo l'astinenza dalle bevande alcoliche.