Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/342: BEZUIDENHOUT RIMONTE NEL FINALE E VINCE IL DUNHILL CHAMPIONSHIP

Niente da fare per gli italiani Gagli e Pavan


SUN CITY (SUDAFRCIA) - È ancora in Sudafrica l’European Tour, per il secondo dei tre tornei consecutivi, dove si disputa l’Alfred Dunhill Championship. La scorsa settimana è stato anticipato dallo Joburg Open a cui partecipavano gli azzurri Scalise e Pavan, la vittoria...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Genitori delusi dalla sentenza

QUATTRO ANNI DI CARCERE

Investì il piccolo Thiago mutilandogli una gamba


VICENZA - Sono stati dati 4 anni di carcere a Pietro Dal Santo, il muratore che investì a Marostica il piccolo Thiago mutilandogli una gamba. Il pubblico ministero Barbara De Munari aveva chiesto per lui una pena esemplare, di otto anni e otto mesi, perciò è probabile che la Procura di Vicenza nelle prossime settimane faccia ricorso per ottenere una pena più severa. L'incidente avvenne l'8 marzo scorso a Marostica, dove il muratore alla guida di un furgoncino ubriaco fradicio e stava fuggendo a un posto di blocco della polizia.
Una corsa finita male: l'uomo travolse una mamma che stava passeggiando con il suo bambino di 14 mesi nel passeggino. L'impatto con il furgone strappò l'arto inferiore del bambino, Thiago, che adesso cammina con una piccola protesi. I genitori non cercano vendetta, ma solo giustizia. Delusi dalla sentenza di ieri perché si aspettavano una pena più severa, hanno affermato che comunque "nessuna condanna avrebbe potuto restituire la gamba al piccolo Thiago". Il giudice ha sicuramente tenuto conto del percorso di recupero intrapreso da Pietro Dal Santo, che sta frequentando gli alcolisti anonimi e sta mantenendo l'astinenza dalle bevande alcoliche.