Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La donna aveva scoperto le metastasi a gravidanza avanzata

TUMORE AL SENO: 39ENNE MUORE DOPO AVER PARTORITO

Il bimbo è nato con parto cesareo per evitare complicanze


TREVISO. Ha scoperto di avere un brutto tumore al seno, con metastasi diffuse, a gravidanza ormai avanzata. Il 17 ottobre, quando è arrivata la diagnosi ed è emersa la gravità delle sue condizioni è stata immediatamente ricoverata nell’Unità Operativa di Ostetricia-Ginecologia dell’ospedale Ca’ Foncello dove è spirata ieri notte, poche ore dopo aver dato alla luce quel figlio che tanto aveva voluto.

E’ deceduta all’01.05 della notte tra sabato e domenica una 39enne di origini africane. Durante il ricovero gli accertamenti avevano evidenziato un quadro clinico decisamente grave, con un tumore in fase avanzata e metastasi diffuse. Sabato, a seguito di un ulteriore peggioramento, era stato disposto il trasferimento in Rianimazione. Alle 21.56 i medici, visto il quadro clinico complessivo, avevano deciso di praticarle un cesareo, per non far correre rischi al bambino.

Il bimbo, che alla nascita pesava 1,4 kg, è stato subito ricoverato in Patologia Neonatale. La mamma, le cui condizioni si sono ulteriormente aggravate dopo il parto, è spirata poche ore dopo aver dato alla luce il figlioletto.

La drammatica vicenda della 39enne ha commosso tutte le équipe che l’hanno seguita: oltre a Ostetricia-Ginecologia, Patologia Neonatale, Breast Unit, Oncologia e Rianimazione: “Ci siamo stretti tutti attorno a questa mamma, che fino alla fine ha lottato con grande coraggio, e alla sua famiglia cui vanno le nostre più sentite condoglianze”, ha commentato il primario Busato