Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/310: MOLINARI INTERVISTA MOLINARI

Edoardo interroga il fratello Francesco (svelando qualche segreto)


TORINO - Anzitutto una premessa: Edoardo Molinari, che ha conosciuto e lavorato con i maestri più famosi, ha aperto al “Royal Park i Roveri”, un’accademia dedicata al mondo del golf, la più importante in Italia. In essa Dodo, con il suo staff, intende...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Bastava chiedere e le avrei regalate"

APICOLTORE 82ENNE DERUBATO

Rubate sei famiglie di api a Salvarosa


CASTELFRANCO - "Bastava chiedere e le avrei regalate" - ha affermato Giovanni Bortignon, detto "Nani", apicoltore di 82 anni di Salvarosa che è stato derubato di ben sei famiglie di api. Giovanni Bortignon è stato vittima di un raid notturno alla popolazione di api che teneva vicino ai Prai di Godego. Cosa che in 60 anni di attività come apicoltore, non gli era mai successa. Il valore della perdita intorno ai 600 euro. Secondo Bortignon sono stati degli esperti, perché le api sono state portate via con perizia, assieme ai telai per il miele e le covate. "Se me le avessero chieste, gliele avrei regalate – ha detto l'uomo – Tutti sanno che in primavera è un attimo far figliare gli sciami con una nuova regina e avrei regalato volentieri gli sciami. Bastava chiedere". E infatti non è la prima volta che Giovanni Bortignon regala sciami anche a giovani aspiranti apicoltori. Nessun rancore tra i sentimenti dell'uomo, che sa quanto possa essere difficile avere api che producano miele, in un territorio dove è sempre più complicato trovare campi fioriti.