Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Bastava chiedere e le avrei regalate"

APICOLTORE 82ENNE DERUBATO

Rubate sei famiglie di api a Salvarosa


CASTELFRANCO - "Bastava chiedere e le avrei regalate" - ha affermato Giovanni Bortignon, detto "Nani", apicoltore di 82 anni di Salvarosa che è stato derubato di ben sei famiglie di api. Giovanni Bortignon è stato vittima di un raid notturno alla popolazione di api che teneva vicino ai Prai di Godego. Cosa che in 60 anni di attività come apicoltore, non gli era mai successa. Il valore della perdita intorno ai 600 euro. Secondo Bortignon sono stati degli esperti, perché le api sono state portate via con perizia, assieme ai telai per il miele e le covate. "Se me le avessero chieste, gliele avrei regalate – ha detto l'uomo – Tutti sanno che in primavera è un attimo far figliare gli sciami con una nuova regina e avrei regalato volentieri gli sciami. Bastava chiedere". E infatti non è la prima volta che Giovanni Bortignon regala sciami anche a giovani aspiranti apicoltori. Nessun rancore tra i sentimenti dell'uomo, che sa quanto possa essere difficile avere api che producano miele, in un territorio dove è sempre più complicato trovare campi fioriti.