Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ha causato già diversi feriti

TRAM DI PADOVA, TROPPI DERAGLIAMENTI

Sotto indagine il tram perché troppo pericoloso


PADOVA - Il metrobus gestito da BusItalia ha collezionato svariati deragliamenti ed è finito nel mirino della Procura Euganea. L'ultimo incidente, lo scorso 10 giugno alla Guizza, uno dei quartieri più popolosi di Padova, dove è rimasto contuso l'autista. Incidente in cui il rivestimento dei ruotini era saltato a causa della velocità del mezzo. La volta precedente il 12 aprile scorso, nella quale dei passeggeri sono caduti a bordo per una brusca frenata del conducente che si è visto attraversare la strada da destra da un ciclista, e per schivarlo ha frenato in modo repentino. E poi altri deragliamenti nei mesi e anni passati per differenti motivi. Così sono scattate le indagini da parte dei Carabinieri, e il Pubblico Ministero ha aperto un fascicolo ipotizzando i reati di attentato colposo alla sicurezza dei trasporti e lesioni stradali colpose.
L'indagine sul tram è ben accolta anche dai sindacati che hanno ricordato che "per il deragliamento della Guizza ha pagato solo il conducente perché l'azienda gli ha contestato un eccesso di velocità senza prendersi la responsabilità che riguarda la rivestitura gommata del ruotino".
Nel frattempo la Procura ha nominato un consulente tecnico per le dovute analisi di un mezzo di trasporto che macina chilometri, è sostenibile, è molto amato e utilizzato dai cittadini, ma che al momento non garantisce la loro totale sicurezza.