Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per la versione creativa trionfa la ricetta al mojto

IL MIGLIOR TIRAMISÙ PARLA LOMBARDO

Da Como e Bergamo i vincitori della World Cup 2019


TREVISO - E’ il dolce simbolo di Treviso, Al di là di qualche diatriba sulla paternità e di origini ancora avvolte nella leggenga , il tiramisù è ormai patrimonio della cultura gastronomica nazionale (e non solo). La prova? Arrivano dalla Lombardia i due Campioni del mondo 2019 della preparazione di uno dei dolci più celebri e apprezzati nel mondo. A decretarli la finalissima della Tiramisù World Cup, svoltasi a Treviso, dopo varie tappe di avvincinamento, anche a Bruxelles, per selezionare centinaia di aspiranti pasticceri amatoriali (alcuni provenienti anche dalla Francia e dalla Cina).
Fabio Peyla, addetto marketing di 40 anni di Uggiate Trevano, in provincia di Como, si è aggiudicato la competizione per la ricetta originale, quella rispettosa della tradizione rigorosamente a base di savoiardi, caffè, crema al mascarpone, spolverata finale di cacao.
L’abbinamento al mojto (pur senza alcol), invece, ha premiato la versione creativa di Sara Arrigoni. La 27enne insegnante di Paladina, nella Bergamasca, dopo essere arrivata fino alle semifinali nelle precedenti due annate, ha finalmente convinto la giuria di esperti e professionisti del settore.
"Siamo orgogliosi di questa edizione, che è andata oltre le migliori aspettative”, ha sottolineato Francesco Redi, ideatore e organizzatore della Tiramisù World Cup, al termine della tre giorni golosa ospitata in un’apposita struttura in piazza dei Signori, nel salotto buono di Treviso.
Ora vincitori e organizzatori voleranno a Curitiba, in Brasile, per la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo promossa dall’ambasciata. Il Tiramisù non conosce davvero confini.