Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

E' considerata la prima paracadutista in carrozzina al mondo.

OSPEDALE RIABILITATIVO DI MOTTA, LAURA RAMPINI AIUTA I PAZIENTI

11 anni fa ha fondato il progetto Liberamondo, per offrire consulenza alle unità spinali di tutta Italia..


MOTTA DI LIVENZA. Inizia ufficialmente la collaborazione tra l’Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta di Livenza e la peer mentor Laura Rampini.
Laura Rampini è considerata la prima paracadutista in carrozzina al mondo: ad oggi detiene l’impressionante record di 164 lanci in solitaria. 11 anni fa ha fondato il progetto Liberamondo, grazie al quale offre una consulenza alla pari alle unità spinali di tutta Italia..

«Per me è una vera missione – racconta – Quando ebbi l’incidente, ormai 25 anni fa, nelle strutture specialistiche la riabilitazione era completamente diversa: a me è mancato qualcuno che mi dicesse “tu puoi farcela, puoi condurre una vita normale anche fuori di qui”. È una prospettiva fondamentale per chi deve affrontare un percorso così nuovo, inizialmente spaventoso. Oggi incontro i pazienti e dico loro: “Io come voi ho sofferto, ho pianto, mi sono arrabbiata. Però adesso vivo”. Perché la vita bisogna tornare ad amarla, mica si interrompe a causa di una carrozzina».

All’ORAS Motta Laura Rampini porterà avanti il progetto elaborato insieme alla dottoressa Sara Salizzato, referente per il servizio psicologico di recupero e riabilitazione funzionale dell’unità spinale: un percorso di assistenza e ricostruzione, che va dalla fase iniziale, quando il paziente è più vulnerabile, a quella intermedia, quando si affrontano le maggiori paure e difficoltà, per concludersi infine con la progettazione della vita in autonomia fuori dall’ospedale. Laura Rampini offrirà la propria consulenza in ORAS con cadenza bisettimanale.

«Sono felice di poter lavorare qui in ORAS – dichiara Laura Rampini – accanto a una professionista del calibro e dell’umanità della dottoressa Salizzato. Qui a Motta di Livenza ho trovato una struttura di assoluta eccellenza, orientata alla ricerca scientifica e attenta al rispetto e alla riabilitazione del paziente. Qui il paziente è davvero al primo posto, e il primario, i medici tutti, gli infermieri e OSS, gli psicologi, i fisioterapisti, i terapisti occupazionali e i logopedisti formano una vera famiglia. Sono convita che il calore umano giochi un ruolo cruciale nel percorso riabilitativo, e qui si respira l’atmosfera giusta».