Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra le richieste anche risorse per non autosufficienti e asanità

UN MIGLIAIO DALLA MARCA IN PIAZZA ROMA PER LE PENSIONI

Il 16 novembre la manifestazione nazionale dei sindacati


TREVISO - Un migliaio di pensionati scenderanno dalla Marca a Roma, per la manifestazione unitaria promossa dai sindacati di catetoria di Cgil, Cisl e Uil, il prossimo 16 novembre. Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil hanno già ricevuto oltre 700 adesioni e puntano a breve a varcare la soglia delle quattro cifre.
La mobilitazione nazionale ha lo scopo di richiamare l’attenzione del governo su fiscalità e rivalutazione delle pensioni, necessità di una legge quadro sulla non autosufficienza, risorse per il rilancio della sanità pubblica. Sono soprattutto questi ultimi due punti su cui si concentra anche l’impegno delle organizzazioni dei pensionati trevigiani, come ricordano Paolino Barbiero, Rino Dal Ben e Beniamino Gorza, rispettivamente segretari d Spi Cgil Treviso, Fnp Cisl Belluno Treviso e Uilp Treviso.
I sindacati trevigiani hanno raccolto più di 10.400 firme per chiedere alla Regione di rendere uniformi le detrazioni fiscali delle rette delle case di riposo e soprattutto per adeguare le impegnative per gli istituti di riposo: oggi a fronte di 5.200 posti letto esistenti e altri 800 previsti con nuove edificazioni, solo 4.200 godono del contribuito pubblico.
Questioni, quelle della non autosufficienza e degli anziani soli, non più rinviabili in forza dei numeri stessi: nella Marca i residenti da 75 anni in su rappresentano già l’11% della popolazione e gli ultrasessantacinquenni arrivano al 20%, ma queste quote sono destinate a roddipiare nel giro di una dozzina d’anni.
I pensionati le porranno al centro anche della contrattazione sociale che svolgono con Comuni, Ulss ed enti locali. Altro aspetto chiave, la riforma degli Ipab, gli enti che gestiscono molte case di riposo, e la difesa della sanità in generale.