Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra le richieste anche risorse per non autosufficienti e asanità

UN MIGLIAIO DALLA MARCA IN PIAZZA ROMA PER LE PENSIONI

Il 16 novembre la manifestazione nazionale dei sindacati


TREVISO - Un migliaio di pensionati scenderanno dalla Marca a Roma, per la manifestazione unitaria promossa dai sindacati di catetoria di Cgil, Cisl e Uil, il prossimo 16 novembre. Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil hanno già ricevuto oltre 700 adesioni e puntano a breve a varcare la soglia delle quattro cifre.
La mobilitazione nazionale ha lo scopo di richiamare l’attenzione del governo su fiscalità e rivalutazione delle pensioni, necessità di una legge quadro sulla non autosufficienza, risorse per il rilancio della sanità pubblica. Sono soprattutto questi ultimi due punti su cui si concentra anche l’impegno delle organizzazioni dei pensionati trevigiani, come ricordano Paolino Barbiero, Rino Dal Ben e Beniamino Gorza, rispettivamente segretari d Spi Cgil Treviso, Fnp Cisl Belluno Treviso e Uilp Treviso.
I sindacati trevigiani hanno raccolto più di 10.400 firme per chiedere alla Regione di rendere uniformi le detrazioni fiscali delle rette delle case di riposo e soprattutto per adeguare le impegnative per gli istituti di riposo: oggi a fronte di 5.200 posti letto esistenti e altri 800 previsti con nuove edificazioni, solo 4.200 godono del contribuito pubblico.
Questioni, quelle della non autosufficienza e degli anziani soli, non più rinviabili in forza dei numeri stessi: nella Marca i residenti da 75 anni in su rappresentano già l’11% della popolazione e gli ultrasessantacinquenni arrivano al 20%, ma queste quote sono destinate a roddipiare nel giro di una dozzina d’anni.
I pensionati le porranno al centro anche della contrattazione sociale che svolgono con Comuni, Ulss ed enti locali. Altro aspetto chiave, la riforma degli Ipab, gli enti che gestiscono molte case di riposo, e la difesa della sanità in generale.