Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/309: NEL "BARRACUDA", A MORDERE È L'AMERICANO MORIKAWA

Il torneo in Nevada uno degli ultimi giocati prima dello stop


RENO (USA) - Il torneo ha avuto luogo in un momento in cui i big mondiali erano impegnati a Memphis, nel Tennessee, ad affrontarsi nel WGC-FedEx St. Jude, mentre gli appassionati di Golf erano attratti a seguire questo campionato, il Barracuda, ufficialmente denominato Reno-Tahoe Open. Si tratta di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Reddito di cittadinanza

STRACCIATI I PRIMI 750 ASSEGNI IN VENETO

Sussidio già ritirato a centinaia di beneficiari che stanno lavorando


TREVISO - Nel giro di pochi mesi dall'emissione del Reddito di cittadinanza, si contano già i primi 750 veneti ai quali questo sussidio è già stato ritirato in quanto sono venuti a mancare i requisiti necessari per percepirlo. Un quarto dei veneti chiamati a stipulare il Patto per il lavoro, ha già un'occupazione. Il dato emerge dalla rilevazione regionale sui 53.556 beneficiari totali del reddito di cittadinanza convocati dai centri per l'impiego: risulta che più di 4000 persone stanno già lavorando con contratti a termine ma anche con contratti a tempo indeterminato principalmente come commessi, camerieri, cuochi, operai metalmeccanici o badanti. “Persone che probabilmente al momento della domanda lavoravano ma avevano i requisiti per presentarla, e questo fatto dimostra che si tratta di una misura ambigua che non distingue la povertà dall'attivazione” – ha affermato Elena Donazzan. L'Assessore regionale al lavoro avrebbe preferito che si continuasse ad investire sul Reddito di inclusione a favore degli indigenti, di chi non può e non riesce a lavorare.
I numeri di Veneto Lavoro aggiornati al 31 ottobre, evidenziano che 4.210 fruitori hanno già svolto un primo incontro, mentre per altri 2.665 è stato fissato un appuntamento e 1.110 non si sono presentati. In sostanza 2.690 persone hanno firmato il patto, mentre 1520 sono stati esclusi perché già occupati, o minorenni, o disabili, oppure anziani. La maggior parte dei percettori vive fra le province di Verona, Padova e Venezia.