Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una 14enne è finita al pronto soccorso

DROGA A SCUOLA DURANTE L'INTERVALLO

Quattro ragazzine si sono sentite male dopo aver fumato hashish


BELLUNO - Hanno 14 anni le 4 studentesse che venerdì si sono sentite male a scuola dopo l'intervallo della pausa pranzo, durante il quale hanno consumato dell'hashish.
Una delle 4 è stata portata in ospedale dai suoi genitori perché le sue condizioni non presentavano miglioramenti. Il fatto è accaduto in un Istituto professionale della Valbelluna, dove queste 4 ragazzine, hanno fumato hashish durante la pausa pranzo, e al rientro in classe, hanno cominciato a sentirsi male. Giramenti di testa, e rischio di svenimento, e un ricovero per una di loro. Le ragazze subito non hanno confessato, ma gli insegnanti sono riusciti a ricostruire l'accaduto in poco tempo. Ora sono in corso le indagini delle forze dell'ordine per scoprire chi è il pusher che ha venduto la droga alle 4 minorenni. I blitz antidroga nelle scuole con le unità cinofile non sono abbastanza efficienti nella prevenzione al consumo di droga tra i minori, e nel Bellunese le sostanze che girano di più sono hashish e marijuana.