Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La corsa per le strade di San Biagio sarà il 24 novembre

LA MARATONINA RENDE OMAGGIO AI CADUTI

Omaggi ai caduti con il passaggio davanti al sacrario di fagarè


SAN BIAGIO DI CALLALTA.La Maratonina di San Biagio si prepara a correre nella Storia. L’edizione inaugurale della mezza maratona che il 24 novembre si svilupperà sulle strade di San Biagio di Callalta renderà omaggio ai caduti della Grande Guerra, transitando davanti al Sacrario Militare di Fagarè, dove riposano i resti di oltre 10.000 soldati morti nel corso delle sanguinose battaglie che si combatterono lungo le sponde del Piave tra il 1917 e il 1918.

 Il percorso di gara, sulla classica distanza dei 21,097 chilometri, scatterà dagli impianti sportivi di via Olimpia, a San Biagio di Callalta, e toccherà anche le frazioni di Rovarè, Sant’Andrea di Barbarana e Cavriè. Sarà una lunga e scorrevole passerella che toccherà i borghi rurali disseminati nella campagna trevigiana, non lontano dal Piave, e un momento particolarmente emozionante sarà rappresentato dal passaggio degli atleti davanti ad uno dei monumenti funebri più significativi della Grande Guerra.

 “Il transito davanti al Sacrario Militare di Fagarè avverrà all’ottavo chilometro di gara - spiega Silvano Tomasi, presidente dell’Atletica San Biagio, società organizzatrice dell’evento -. Dopo aver imboccato la strada Postumia, che sarà ovviamente chiusa al traffico, gli atleti transiteranno di fronte al monumento. Quindi, utilizzando il prospiciente parcheggio, il percorso invertirà il senso di marcia e per un tratto di circa mezzo chilometro la Postumia sarà occupata da atleti che correranno in entrambe le direzioni. Sarà un momento suggestivo, unico, che i runners non mancheranno di vivere con grande intensità”.    

 Il Sacrario Militare di Fagarè sarà anche riprodotto sulla medaglia che i partecipanti alla Maratonina di San Biagio troveranno al traguardo. Sulla medaglia, creazione dell’azienda trevigiana Dal Mas di Tarzo, sarà anche inciso il verso della celebre canzone patriottica che campeggia pure sopra le navate del Sacrario: “Il Piave mormorò: non passa lo straniero”.

 Sta intanto per terminare la quota d’iscrizione agevolata: sino a sabato 16 novembre l’adesione alla Maratonina di San Biagio costerà appena 20 euro (18 per le società con almeno dieci iscritti). Poi, da domenica 17 novembre, passerà a 25 euro (23 per le società con almeno dieci iscritti). Lunedì 18 novembre, alle 19, nella sala consiliare del Comune di San Biagio di Callalta, la presentazione ufficiale. Il conto alla rovescia è pronto a partire. 


Galleria fotograficaGalleria fotografica