Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I dipendenti del gruppo Sogedin scrivo a Zaia: "Le nostre ore lavoro per Venezia"

SOS VENEZIA, LA SOLIDARIETA' DELLA MARCA

Dopo il disastro Vaia erano stati raccolti quasi 25mila euro


Pina Annibali consegna a Zaia l'assegno dopo il disastro Vaia del 2018 MONASTIER. "Gentile Presidente Zaia, sono Pina Annibali e rappresento i 687 dipendenti del gruppo Sogedin di Monastier...Abbiamo visto in queste ore quello che è accaduto alla nostra cara Venezia e al litorale. Abbiamo anche visto in queste ore il suo impegno e quello del sindaco Brugnaro nel prestare aiuto alle famiglie e aziende in ginocchio dalla furia del vento e della pioggia." Inizia così la lettera che Pina Annibali ha inviato al Governatore del Veneto, nella missiva la donna ha annunciato che i dipendenti del gruppo trevigiano (che comprende la Casa di Cura “Giovanni XXIII”, il Centro Servizi Villa delle Magnolie,  il Micronido La Casa sull’albero e il Park Hotel Villa Fiorita) devolveranno alcune ore lavoro del mese di novembre alle famiglie più colpite dal disastro. "Noi dalla terra ferma possiamo fare poco, ma siamo convinti che mettendo insieme le forze ci si possa risollevare presto come abbiamo sempre fatto grazie al coordinamento sinergico della Regione, un po’ come avvenuto per la tempesta di Vaia", continua la lettera. Pina Annibali chiede l'attivazione di un conto corrente specifico dove accreditare le offerte e fa sapere che il Cda del Gruppo di Monastier ha deciso di stanziare un'ulteriore cifra e promuovere una iniziativa che possa coinvolgere tutti i singoli cittadini ma anche sindaci e amministratori della zona con lo scopo di raccogliere altri fondi.
"Forse non sarà molto ma speriamo che tanti altri possano fare altrettanto - conclude Pina Annibali - . Siamo convinti che anche le piccole gocce, se messe insieme, possano creare un mare di solidarietà. Lo scorso anno, dopo la devastazione di Vaia, i dipendenti Sogedin erano riusciti a raccogliere quasi 10mila euro, l'equivalente di 680 ore di lavoro, a questa cifra erano stati aggiunti altri 15mila euro da parte di Sogedin. Il maxi assegno era stato consegnato nelle mani di Zaia durante una visita alla struttura di Monastier.