Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Udine, incidente mortale

SEDICENNE SI SCHIANTA CON L'AUTO DELLA MADRE

Nella vettura erano in 8, tutti minorenni


UDINE - Aveva 16 anni Daniele Burelli, studente modello dell'Istituto Salesiano Bearzi di Udine. Ma una bravata con gli amici gli costata la vita. Ha sottratto l'auto alla madre di nascosto pur non avendo nè l'età nè la patente per guidarla con gli amici stipati a bordo per andare tutti assieme in paninoteca: in 8 in macchina, ragazzi tra i 14 e i 17 anni. Feriti non in modo grave i 7 amici, ma per lui l'incidente è stato fatale.
Daniele è morto ieri intorno all'1.50 tra Rodeano di Rive d'Arcano e San Daniele del Friuli. Tornando verso casa il giovane ha perso il controllo dell'Opel Corsa della madre finendo contro un palo della luce dell'ex provinciale 5.
Miracolati gli altri 7 amici stipati nei sedili e nel bagagliaio, rimasti incastrati nel veicolo accartocciato, e successivamente soccorsi dai Vigili del Fuoco.
La famiglia di Daniele ha ringraziato chi lo sta ricordando e si è rivolta ai giovani chiedendo: "Non fate lo stesso errore che ha fatto lui, dovete viverla la vita. Questo è un favore che vi chiediamo con il cuore in mano, speranzosi che la storia del nostro Daniele vi sia di esempio e che vi porti a ragionare prima di fare qualcosa di avventato", hanno affermato i familiari del ragazzo.