Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre cento foto d'epoca nella rassegna promossa da Cgil e Anpi Treviso

DALLA REPUBBLICA FONDATA SUL LAVORO ALL'AUTUNNO CALDO

Una mostra ripercorre un periodo chiave della storia d'Italia


TREVISO - Dalla caduta del Fascismo e dalla nascita della Repubblica fondata sul lavoro al boom economico, dai metalmezzadri ai 39 giorni di sciopero alla Zoppas di Conegliano, dal fermento del 68 con studenti e operai insieme, alla strage di piazza Fontana, alba tragica del terrorismo degli anni di piombo, all’autunno caldo del 1969, fino allo Statuto dei lavoratori, di cui il prossimo anno ricorre il cinquantennale dall’approvazione.
Quello dalla fine della seconda guerra mondiale ai primi anni Settanta, è stato un periodo cruciale nella storia dell’Italia e, di conseguenza, anche della Marca trevigiana. A ripercorrerlo è la mostra fotografica “Un’onda lunga che viene da lontano, promossa dalla Cgil di Treviso e dall’Anpi provinciale. In oltre cento foto e riproduzioni di volantini, pagine di giornali e documenti d’epoca, vengono ricostruite le battaglie e le conquiste sindacali.
Ma quei decenni hanno segnato una netta cesura anche sul piano sociale, come ricorda Giuliano Varnier, presidente provinciale dell’Anpi.
L’esposizione, nell’auditorium della sede del sindacato in via Dandolo a Treviso, rimarrà aperta fino al 7 dicembre, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.30, con ingresso libero. A conclusione è in programma anche un evento in ricordo di Pino Pinelli e delle vittime della strage di piazza Fontana, con la testimonianza della figlia Silvia e un concerto dei cantautori Alessio Lega, Max Manfredi e Alberto Cantone.
La mostra, come ricorda Paolino Barbiero, segretario dello Spi trevigiano, la mostra si inserisce in un più ampio progetto di recupero e valorizzazione del patrimonio di memoria del sindacato, a partire della valorizzazione dell’ArchiSpi, l’archivio di oltre 130mila immagini curato dall’organizzazione pensionati Cgil, da cui proviene anche molto materiale della rassegna.
L’obiettivo di questa e delle prossime iniziative sul tema, lo spiega ancora Mauro Visentin: "Capire la storia e ricordare il passato per non commettere gli stessi errori nel presente e, soprattutto, nel futuro".