Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Anche il Cardiff passa a Monigo con una meta in extremis

CHE DISDETTA: IL BENETTON PERDE UN'ALTRA VOLTA ALLO SCADERE

Leoni anche a +11 poi la rimonta gallese


TREVISO - Altra partita persa all'ultima azione: sembra che ci sia una maledizione che incombe sul Benetton. Dopo il Northampton anche il Cardiff passa a Monigo in extremis. Partono bene i Leoni che sin dai primi minuti del match riescono a chiudere i Blues nei propri 5 m. Gli ospiti provano a reggere alle avanzate ma gli uomini di coach Crowley non demordono ed al 11’ grazie all’ottimo lavoro si portano in vantaggio con il piazzato di Allan. Cardiff cerca comunque di reagire andando in touche sui 5m biancoverdi al 16’, gli ospiti riescono a costruire una maul ed a spingere sino ad oltrepassare la linea di meta con Botham; Tovey trasforma dalla piazzola. Dopo la meta gallese, i biancoverdi riprendono il possesso dell’ovale con i Blues abili a chiudere gli spazi. Al 22’ mischia vinta dai Leoni a metà campo ed Allan trova la touche in zona pericolosa; purtroppo negli sviluppi dell’azione Faiva per il pallone in avanti. Tre minuti più tardi gli uomini di coach Crowley ci riprovano con un break di Tavuyara, dopo alcune fasi l’ovale arriva a Ioane che viene portato fuori a pochi centimetri dalla meta. Cardiff non riesce ad uscire dai propri 22 m, i biancoverdi recuperano il possesso e dopo alcune cariche trovano la meta con Riccioni; Allan dalla piazzola aggiunge i due punti riportando i suoi in vantaggio. Quest’ultimo però dura poco, infatti Tovey con un piazzato ristabilisce la parità in campo. Al 35’ un nuovo allungo da parte di capitan Sgarbi e compagni: da mischia Halafihi serve Tavuyara sull’out di destra, l’ala figiana accelera e va in meta. Allan calcia fuori la trasformazione. Nella ripresa le cose sembrano non cambiare ed al 46’ i Leoni allungano con un piazzato di Allan. I Leoni però nonostante vadano vicini al chiudere il match non ci riescono ed al 53’ Cardiff trova la meta con Williams, la trasformazione è di Tovey. Trascorrono alcuni minuti, i Leoni si riportano in avanti: Sgarbi e Brex dialogano nello stretto con il centro italoargentino che riesce a bucare la linea difensiva gallese. Duvenage inventa un grubber che manda letteralmente in meta Ioane, Allan è impreciso dalla piazzola ed il risultato va sul 23 a 17. Al’ 60’ arriva anche la quarta meta dei biancoverdi con l’appena entrato Zani che si stacca dalla maul e schiaccia oltre la linea. Allan non trasforma. Nonostante il -11 Cardiff non si arrende ed al 67’ con un drive ben costruito trovano la terza meta con Lawrence; preciso Tovey nel trasformare. I Blues insistono cercando anche di approfittare degli errori biancoverdi ma se al 74’ sprecano tutto con un’ostruzione, al 78’ costringono Halafihi al tenuto e si portano in touche. La rolling maul organizzata non porta punti ma l’azione continua sino a tempo scaduto quando con la meta di Harries e la trasformazione di Tovey fissano il risultato sul 31 a 28 in loro favore.

BENETTON-CARDIFF 28-31
BENETTON 15 Jayden Hayward, 14 Ratuva Tavuyara (72’ Luca Sperandio), 13 Ignacio Brex (59’ Ian Keatley), 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Abraham Steyn, 6 Marco Lazzaroni (51’ Niccolò Cannone), 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst (69’ Federico Ruzza), 3 Marco Riccioni (57’ Tiziano Pasquali), 2 Hame Faiva (57’ Federico Zani), 1 Nicola Quaglio (51’ Cherif Traore) A disposizione: 21 Tito Tebaldi. All. Crowley
CARDIFF 15 Matthew Morgan, 14 Aled Summerhill, 13 Rey Lee-Lo, 12 Garyn Smith, 11 Hallam Amos, 10 Jason Tovey, 9 Lloyd Williams (c), 8 Will Boyde (29’ Shane Lewis-Hughes), 7 James Botham (47’ Shane Lewis-Hughes), 6 Josh Turnbull, 5 Macauley Cook, 4 James Ratti, 3 Scott Andrews (57’ Keiron Assiratti), 2 Kirby Myhill, 1 Brad Thyer (57’ Rhys Gill) All. Mulvihill
ARBITRO: Brace (Irlanda)
MARCATORI: 11’ p. Allan, 16’ meta Botham tr. Tovey, 28’ meta Riccioni tr. Allan, 32’ p. Tovey, 35’ meta Tavuyara, 46’ p. Allan, 51’ meta Williams tr. Tovey, 56’ meta Ioane, 60’ meta Zani, 67’ meta Lawrence tr. Tovey, 80’ meta Harries tr. Tovey.