Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/329: BRILLA SEMPRE PIÙ LA GIOVANE STELLA DI RASMUS HOJGAARD

Il 19enne danese trionfa all'Isps Handa Uk Championship


SUTTON COLDFIELD (GBR) - Con l'Isps Handa Uk Championship, eccoci alla conclusione dell’”UK Swing”, con due azzurri in campo: Edoardo Molinari e Lorenzo Scalise, unici due italiani presenti al torneo che conclude il ciclo di sei gare denominate “UK Swing”, e che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un libro ripercorre le tappe salienti della nascita del dolce trevigiano

IL TIRAMISU' HA UNA MAMMA SOLA

Parte del ricavato andrà alla Lega contro i tumori


L'autrice Francesca Verdura con Andrea de Checchi assessore a Treviso TREVISO. Si intitola “Il Tiramisù ha una mamma sola”, perché la paternità, spesso citata, può essere dubbia, ma di mamma c'è n'è una sola! Ed è la storia - di donne, di mamme e di casa - del Tiramisù di Treviso. 

Un progetto editoriale firmato da Francesca Verdura che, partendo dai semplici ingredienti di questo dolce, ha ripercorso le tappe salienti della nascita del Tiramisù, fino alle sue origini.

Presentata oggi presso Casa dei Carraresi, a Treviso, la pubblicazione è dedicata alla città di Treviso e alle tante figure femminili da sempre celate dietro alla storia del dolce più celebre al mondo.

“Ben vengano progetti come questo, dedicati alle nostre eccellenze – ha evidenziato nel saluto di apertura Andrea De Checchi, vicesindaco di Treviso – perché per quotidianità e vicinanza siamo noi trevigiani i primi a non percepire le potenzialità e l’attrattiva che i nostri prodotti possono creare nei confronti del turista. E dobbiamo sottolineare, come ha ben fatto Francesca in questo suo libro, che il Tiramisù ha una sola mamma e si chiama Treviso, dobbiamo essere pronti e attivarci affinché questo venga riconosciuto”.

“Questo progetto possiamo dire sia nato qui a Casa dei Carraresi nel periodo della mostra “Prosecco & Superiore” – ha proseguito Paolo Lai, promotore dell’iniziativa – un libro che racconta il passato, il presente e il futuro che vorremmo per il nostro Tiramisù, il dessert simbolo di quella che possiamo definire “la tavola di Venezia” e un’opportunità unica per dare a Treviso, madre di questo meraviglioso dolce, la visibilità che merita”

“È un libro che nasce principalmente dalla mia curiosità – ha quindi spiegato l’autrice,Francesca Verdura – dal voler raccontare una storia con gli occhi di una persona semplice, di una mamma, una donna di Treviso. Per questo l’ho pensato da subito come una scatola-museo, un luogo in cui ognuno può entrare per ripercorrere la storia del dolce più amato del mondo, i suoi sapori, il suo lato patriottico e, soprattutto, provare quel senso di gioia, di famiglia, che tutti sentiamo quando assaggiamo il Tiramisù”.

Un lavoro di appassionante ricerca che ha richiesto oltre un anno e che ha visto la partecipazione di tanti professionisti della ristorazione che hanno aperto all’autrice le porte dei loro ristoranti e dei loro ricordi più belli legati a questo dolce, perché - per i trevigiani – niente come il Tiramisù simboleggia l’infanzia e la famiglia.

“Con questo libro – ha proseguito Francesca - ho cercato di spingermi oltre la storia del dolce. E scrivendo ho capito che tutte le storie contenute in queste pagine hanno un tratto comune, un filo che le lega, un filo decisamente rosa! Perché mamme, nonne, zie, mogli e sorelle sono tutte figure strettamente allacciate alle tante narrazioni intorno al Tiramisù. Ripercorrere la storia di questo dessert mi ha dunque permesso di dare il giusto spazio a una storia che è stata raccontata tante volte, ma quasi mai dalla parte delle vere protagoniste… le donne. Per questo vorrei concludere con una celebre frase di Virginia Woolf, riadattata per l’occasione: “c’è sempre una grande donna dietro ogni grande Tiramisù.

Un progetto che avrà anche uno scopo benefico poiché parte del ricavato della vendita sarà devoluta a favore dell’Associazione Provinciale LILT Treviso ODV: “Un contributo importante – come sottolineato da Mariarita De Mattia, responsabile delegazione LILT Treviso –espressione di autentica generosità e sensibilità. Un sostegno per il quale l’associazione ringrazia sentitamente poiché ci consentirà di proseguire i nostri progetti dedicati a prevenzione e ricerca in campo oncologico”.

Infine la parola è andata a Tiziano Taffarello, presidente dell’Accademia del Tiramisù, associazione che si prefigge lo scopo di informare le vere origini geografiche e gli ingredienti autentici della ricetta tradizionale: “Oggi sono felice perché è una giornata importante : Treviso ha finalmente una scrittrice cresciuta in questa città, una donna trevigiana che racconta il Tiramisù. Un dolce che racchiude tanti simbolismi, dalla forma rotonda che riporta al femminile, alla madre, agli ingredienti che non vanno in forno ma danno vita un dolce che “scalda” come un abbraccio materno. Con questo libro, ne sono certo, si apre un nuovo percorso che ci porterà a grandi traguardi”.

Una lettura che, sotto l’albero, oltre alla appassionante storia del dolce più amato al mondo, porterà dolcezza e sensibilità, sulla scia di quel filo rosa che accomuna tutte le testimonianze raccolte nel libro.

È possibile acquistare il libro già da oggi presso il ristorante Le Beccherie di Treviso o scrivendo ainfo@lebeccherie.it