Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Back reshoring per 120 aziende

LE AZIENDE TORNANO IN ITALIA

Si torna a scommettere sul Made in Italy


TREVISO - Le imprese italiane tornano a casa, e ricominciano a scommettere sul Made in Italy. Si chiama "Back reshoring" e sta per rilocalizzazione, e cioè il ritorno in Italia delle aziende che finora avevano lavorato all'estero, privilegiando i costi di produzione molto più bassi. E mentre nel nostro Paese continuano a fuggire al ritmo di 25mila l'anno, la manifattura cambia rotta e comincia il contro-esodo. Le imprese tornano, perchè per realizzare prodotti di qualità bisogna farlo in Italia, come spiega Giuliano Grotto, fondatore di Fitwell, il brand di scarpe da trekking che emigrò in Romania nel 1999, e ora è rientrato, anche se parzialmente, a Montebelluna. Si torna in realtà per ragioni molto pratiche: i costi di produzione anche all'estero sono aumentati, l'est europeo ha cominciato ad organizzarsi sindacalmente, i tempi delle consegne sono lunghi, e infine la riscoperta forza del brand Made in Italy, specialmente ora che le norme sulla sicurezza Ue impongono l'indicazione dell'origine di tutte le merci.
La qualità sembra aver recuperato terreno prepararndo la sua rivincita sulla produzione massiva in serie degli ultimi anni. Sono rimpatriati i grandi marchi e le eccellenze della moda italiana come Prada, Ferragamo, Bottega veneta, Geox e Benetton. E come per i settori dell'abbigliamento e del calzaturiero, torna in Sardegna la Asdomar, che aveva stabilimenti per la produzione di tonno in Portogallo, la Global Garden Products ha riportato i suoi vivai a Treviso dalla Slovacchia, e la Vimec, dopo oltre 25 anni di ascensori costruiti in Cina, è tornata a Luzzara.