Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'auto bloccata dalla polizia di Treviso in Viale Europa

GUANTI, PASSAMONTAGNA E CACCIAVITI IN AUTO, FERMATI QUATTRO STRANIERI

Un 20enne colpito da daspo urbano per tre anni


TREVISO. Continuano i controlli del terriotorio da parte delle forze dell'ordine dopo la task force messa in campo in tutta la provincia a seguito dell'escalation di furti nelle case dei trevigiani. La polizia ha fermato un'auto sospetta in Viale Europa con dentro quattro giovani stranieri. L'atteggiamento dei ragazzi ha insospettito gli agenti che hanno perquisito l'auto trovando all'interno vari arnesi da scasso, cacciaviti, dei guanti e alcuni passamontagna. Con ogni probabilità il quartetto stava effettuando dei sopralluoghi in attesa di entrare in azione  e mettere a segno qualche furto. Tutti erano gravati da precendi per furto e reati contro il patrimonio. In particolare un ventenne albanese era già stato colpito da un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Udine. Lo straniero è risultato nullafecente e per questo il questore di Treviso ha emesso nei suoi confronti il provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Treviso per i prossimi tre anni.