Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'auto bloccata dalla polizia di Treviso in Viale Europa

GUANTI, PASSAMONTAGNA E CACCIAVITI IN AUTO, FERMATI QUATTRO STRANIERI

Un 20enne colpito da daspo urbano per tre anni


TREVISO. Continuano i controlli del terriotorio da parte delle forze dell'ordine dopo la task force messa in campo in tutta la provincia a seguito dell'escalation di furti nelle case dei trevigiani. La polizia ha fermato un'auto sospetta in Viale Europa con dentro quattro giovani stranieri. L'atteggiamento dei ragazzi ha insospettito gli agenti che hanno perquisito l'auto trovando all'interno vari arnesi da scasso, cacciaviti, dei guanti e alcuni passamontagna. Con ogni probabilità il quartetto stava effettuando dei sopralluoghi in attesa di entrare in azione  e mettere a segno qualche furto. Tutti erano gravati da precendi per furto e reati contro il patrimonio. In particolare un ventenne albanese era già stato colpito da un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Udine. Lo straniero è risultato nullafecente e per questo il questore di Treviso ha emesso nei suoi confronti il provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Treviso per i prossimi tre anni.