Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PI┘ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

25 bambini hanno potuto giocare e abbracciare i loro padri detenuti

PADRI E FIGLI, UNA PARTITA DI PALLONE IN CARCERE

"La partita con il papÓ" ha lo scopo di tutelare le relazioni affettive anche dentro le carceri


TREVISO. I padri detenuti nel carcere di Santa Bona hanno potuto per un giorno abbracciare i loro figli e giocare con loro una partita di calcio. Grazie all'iniziativa "La partita con il papà" che si è svolta lo scorso 29 novembre. A promuovere la giornata per il quarto anno consecutivo è stata l'associazione "Bambinisenzasbarre". Sono stati 25 i piccoli, accompagnati dai famigliari che hanno varcato i cancelli della casa circondariale, dieci i padri detenuti coinvolti. L'evento ha lo scopo di promuovere la tutela delle relazioni affettive tra genitori detenuti e figli anche pressso il penitenziario trevigiano e sensibilizzare circa diritto dei detenuti alla genitorialità.

Galleria fotograficaGalleria fotografica