Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/293: MAURITIUS OPEN TIENE A BATTESIMO IL PRIMO SUCCESSO DEL 18ENNE HOJGAARD

Il baby danese supera al supplementare l'azzurro Paratore


BEL OMBRE (MAURITIUS) - Il secondo evento dell’European Tour 2020 propone la quinta edizione dell’Afrasia Bank Mauritius Open, in programma sul tracciato dell’Heritage GC, a Bel Ombre nell’isola di Mauritius, dove tutto è da sogno, a cominciare dal piccolo porto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/292: L'EUROPEAN TOUR RIPARTE DAL SUDAFRICA

Nel consuento anticipo della stagione 2020 successo di Larrazabal


SUDAFRICA - Son trascorsi solo quattro giorni dalla conclusione della stagione 2019 in Medio Oriente, e l’European Tour già apre in Sudafrica quella del 2020, con il consueto anticipo sull’anno solare. Si gioca sul Par 72 del Leopard Creek CC di Malelane, nel distretto di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/291: DOPO 47 TORNEI, IL TOUR EUROPEO SI CHIUDE A DUBAI

Con la vittoria lo spagnolo Jon Rahm diventa numero uno continentale


DUBAI - Dopo 47 tornei disputati in 31 diverse nazioni, si chiude l’ampia stagione del Tour europeo, con il DP World Tour Championship, sul percorso del Jumeirah Golf Estates, a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Il torneo di Dubai mette in palio una prima moneta da record, la leadership...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

25 bambini hanno potuto giocare e abbracciare i loro padri detenuti

PADRI E FIGLI, UNA PARTITA DI PALLONE IN CARCERE

"La partita con il papā" ha lo scopo di tutelare le relazioni affettive anche dentro le carceri


TREVISO. I padri detenuti nel carcere di Santa Bona hanno potuto per un giorno abbracciare i loro figli e giocare con loro una partita di calcio. Grazie all'iniziativa "La partita con il papà" che si è svolta lo scorso 29 novembre. A promuovere la giornata per il quarto anno consecutivo è stata l'associazione "Bambinisenzasbarre". Sono stati 25 i piccoli, accompagnati dai famigliari che hanno varcato i cancelli della casa circondariale, dieci i padri detenuti coinvolti. L'evento ha lo scopo di promuovere la tutela delle relazioni affettive tra genitori detenuti e figli anche pressso il penitenziario trevigiano e sensibilizzare circa diritto dei detenuti alla genitorialità.

Galleria fotograficaGalleria fotografica