Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli sviluppi dell'arresto di tre spacciatori nigeriani

IN UN CASOLARE NEL CONEGLIANESE NASCOSTI 2,6 CHILI DI COCAINA, PER 250MILA EURO

Sgominata dai Carabinieri importante piazza di spaccio


CONEGLIANO - Gli approfondimenti investigativi seguiti agli arresti per spaccio di stupefacenti - avvenuti lo scorso 20 novembre - di tre soggetti nigeriani dediti all’attività illecita a Conegliano, hanno avuto un esito particolarmente importante: è stata individuata quella che era la sede logistica del “consorzio” criminoso, una sorta di vera e propria centrale dello spaccio sulle rive del Monticano.
I militari della stazione di Conegliano, diretti dalla Procura di Treviso, nella serata di ieri hanno infatti rinvenuto in un casolare nelle campagne del Coneglianese, a disposizione di uno dei tre arrestati, ben 2,6 chilogrammi di cocaina, corrispondente al valore per lo smercio al dettaglio di oltre 250 mila euro.
Numeri che dimostrano l’importanza del giro d’affari raggiunto dalla piazza di spaccio sgominata dai militari dell’Arma. Piazza i cui clienti provenivano non solo dal Coneglianese, bensì dall’intera provincia di Treviso e pure dal Pordenonese. Il casolare, oltre che per il deposito, veniva utilizzato anche per la preparazione delle dosi destinate alla vendita al dettaglio.

Galleria fotograficaGalleria fotografica