Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nei suoi confronti 93 contravvenzioni per 50mila euro

SI ERA INTESTATO 500 AUTO COINVOLTE IN INCIDENTI E SPACCIO

I Carabinieri denunciano un 41enne nigeriano


TREVISO - A suo nome erano intestati quasi 500 automezzi, di cui molti coinvolti in incidenti o utilizzati per commettere reati.
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviso, al termine di un’articolata indagine, hanno denuciato alla magistratura per falsità ideologica e truffa in concorso un 41enne nigeriano. Lo straniero, residente a Canaro, in provincia di Rovigo, di professione commerciante di auto, è risultato essere intestatario di 494 veicoli. L’uomo, di fatto, si prestava a fare da prestanome per registrare i mezzi. Di questi 107 erano attualmente ancora in circolazione, concessi in uso a connazionali dediti allo spaccio o ad attività illecite soprattutto nel campo degli stupefacenti. Nella circostanza, i militari dell’Arma hanno appurato che le vetture in questione erano rimaste coinvolte in 76 sinistri, ma solo 27 erano coperte da assicurazione.
Per questo, nei confronti dell’immigrato sono state elevate e notificate 93 contravvenzioni per intestazione fittizia di autoveicoli, per un importo complessivo di circa 50mila euro, con in più la richiesta di emissione del decreto di blocco anagrafico al pubblico registro automobilistico e all’ufficio motorizzazione civile, allo scopo di evitare la prosecuzione di questi comportamenti.