Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nei suoi confronti 93 contravvenzioni per 50mila euro

SI ERA INTESTATO 500 AUTO COINVOLTE IN INCIDENTI E SPACCIO

I Carabinieri denunciano un 41enne nigeriano


TREVISO - A suo nome erano intestati quasi 500 automezzi, di cui molti coinvolti in incidenti o utilizzati per commettere reati.
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviso, al termine di un’articolata indagine, hanno denuciato alla magistratura per falsità ideologica e truffa in concorso un 41enne nigeriano. Lo straniero, residente a Canaro, in provincia di Rovigo, di professione commerciante di auto, è risultato essere intestatario di 494 veicoli. L’uomo, di fatto, si prestava a fare da prestanome per registrare i mezzi. Di questi 107 erano attualmente ancora in circolazione, concessi in uso a connazionali dediti allo spaccio o ad attività illecite soprattutto nel campo degli stupefacenti. Nella circostanza, i militari dell’Arma hanno appurato che le vetture in questione erano rimaste coinvolte in 76 sinistri, ma solo 27 erano coperte da assicurazione.
Per questo, nei confronti dell’immigrato sono state elevate e notificate 93 contravvenzioni per intestazione fittizia di autoveicoli, per un importo complessivo di circa 50mila euro, con in più la richiesta di emissione del decreto di blocco anagrafico al pubblico registro automobilistico e all’ufficio motorizzazione civile, allo scopo di evitare la prosecuzione di questi comportamenti.