Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nei suoi confronti 93 contravvenzioni per 50mila euro

SI ERA INTESTATO 500 AUTO COINVOLTE IN INCIDENTI E SPACCIO

I Carabinieri denunciano un 41enne nigeriano


TREVISO - A suo nome erano intestati quasi 500 automezzi, di cui molti coinvolti in incidenti o utilizzati per commettere reati.
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviso, al termine di un’articolata indagine, hanno denuciato alla magistratura per falsità ideologica e truffa in concorso un 41enne nigeriano. Lo straniero, residente a Canaro, in provincia di Rovigo, di professione commerciante di auto, è risultato essere intestatario di 494 veicoli. L’uomo, di fatto, si prestava a fare da prestanome per registrare i mezzi. Di questi 107 erano attualmente ancora in circolazione, concessi in uso a connazionali dediti allo spaccio o ad attività illecite soprattutto nel campo degli stupefacenti. Nella circostanza, i militari dell’Arma hanno appurato che le vetture in questione erano rimaste coinvolte in 76 sinistri, ma solo 27 erano coperte da assicurazione.
Per questo, nei confronti dell’immigrato sono state elevate e notificate 93 contravvenzioni per intestazione fittizia di autoveicoli, per un importo complessivo di circa 50mila euro, con in più la richiesta di emissione del decreto di blocco anagrafico al pubblico registro automobilistico e all’ufficio motorizzazione civile, allo scopo di evitare la prosecuzione di questi comportamenti.