Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inaugurato il progetto di Ascontrade insieme al Comune

FABBRICA DELL'ARIA, 1.500 ALBERI PIANTATI A TREVISO

Un nuovo bosco di tre ettari verrà creato nel quartiere di S. Giuseppe


TREVISO - 1.500 giovani alberi come simboli di vita, rinascita e speranza, emblema di tutela ambientale. Il Comune di Treviso ha tenuto oggi a battesimo l'iniziativa Fabbrica dell’Aria di Ascotrade, che vedrà la piantumazione progressiva di varie specie di alberi tra aceri e olmi campestri, carpini bianchi, roverelle e di piantine mellifere come il tiglio e l’orniello, nel quartiere San Giuseppe.
L’avvio dei lavori di riqualificazione dell’area è avvenuto alla presenza del sindaco Mario Conte, degli assessori ai Lavori Pubblici, Sandro Zampese, e alle Politiche Ambientali, Alessandro Manera, del presidente di Ascotrade Stefano Busolin e di Angelisa Tormena, referente territoriale AzzeroCO2. I giovani alberi, andranno a ripopolare due aree attigue di oltre tre ettari che si trovano in via Paludetti, con l’obiettivo di consentire un evidente miglioramento paesaggistico e della qualità dell’aria di una zona precedentemente incolta e infestata dai rovi che finalmente potrà essere restituita ai residenti del quartiere.
La piantumazione prevista a Treviso è una delle tappe della "Fabbrica dell'Aria", un progetto sviluppato da Ascotrade in collaborazione con AzzeroCO2 per la messa a dimora di alcune migliaia di piante in diverse cittadine di Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa rientra nel macro-progetto ARIA (Ascopiave Rispetta l’Ambiente) attraverso il quale le aziende di vendita del Gruppo Ascopiave affrontano tematiche importanti, quali la mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico, la digitalizzazione dei servizi e l’analisi della propria carbon footprint.
«Siamo felici di sostenere questa iniziativa di Ascotrade per rendere Treviso sempre più verde - sottolineano Mario Conte e Sandro Zampese - Si tratta di un progetto molto importante in ambito pubblico che va ad aggiungersi a quelli della nostra amministrazione con i privati quali “Adotta un Albero”, promossa dal Settore Ambiente con l’assessore Alessandro Manera. La riforestazione urbana non solo migliora la qualità dell’aria con enormi benefici per la salute ma rappresenta pure un elemento fondamentale in termini di riqualificazione e miglioramento paesaggistico del centro e dei quartieri. Siamo contentissimi, infatti, di restituire ai cittadini di San Giuseppe un’area verde con la novità di alcune essenze mellifere».
«Abbiamo riscontrato immediata disponibilità da parte dell’amministrazione comunale di Treviso a costruire insieme questa nuova Fabbrica dell’Aria – spiega Stefano Busolin, presidente di Ascotrade – Un gesto concreto ma allo stesso tempo dal valore fortemente simbolico, con il quale suggelliamo, ancora una volta dopo le piantumazioni di Pordenone e Morgano, l'impegno di Ascotrade nei confronti della comunità e dell'ambiente, nel rispetto della nostra mission: essere un'azienda locale che lavora per arricchire il territorio. I 1.500 alberi che abbiamo donato al comune di Treviso formeranno un’area verde che sarà aperta a tutti i cittadini per un totale di 36.000 metri quadrati».
«Prosegue ormai per il terzo anno consecutivo la collaborazione con Ascotrade, che ha scelto di mettere al primo posto la tutela del territorio in cui opera, la mitigazione dell’impatto ambientale delle attività e il benessere delle generazioni future – dichiara Angelisa Tormena di AzzeroCO2 – Con l’adesione alla campagna nazionale Mosaico Verde, promossa da AzzeroCO2 e Legambiente con lo scopo di facilitare l’incontro tra le necessità degli enti locali, di recuperare aree verdi e la volontà delle aziende di investire risorse nella creazione di boschi permanenti come misura di RSI, Ascotrade ha ulteriormente consolidato questo impegno».
Da oggi e per i prossimi due anni le piantine verranno curate e seguite a spese di Ascotrade. L’obiettivo è quello di formare dei veri e propri "boschi anti-smog" composti da alberi che permetteranno un assorbimento complessivo delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera pari a 1.050 tonnellate di CO₂ lungo l’intero ciclo di vita degli alberi (calcolato in media in 80-100 anni).

Galleria fotograficaGalleria fotografica