Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Formazione e buone pratiche per le imprese dei trasporti di Treviso e Padova

SICUREZZA STRADALE, PATTO INDUSTRIALI E POLSTRADA

La presidente di Assindustria ha siglato l'accordo con i comandanti della Polstrada


TREVISO. Sicurezza stradale attraverso la formazione sulle norme del Codice della Strada e le buone pratiche alla guida dei mezzi per il trasporto merci, è questo l’impegno che Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso ha sottoscritto venerdì 6 dicembre con la Polizia Stradale per il Veneto, nella sede di rappresentanza di Palazzo Giacomelli a Treviso.
Un Protocollo di Intesa importante per sviluppare, in collaborazione con Fòrema e Unis&F, percorsi formativi in materia di sicurezza stradale rivolti alle imprese associate e dunque a migliaia di operatori del settore, imprenditori ed autotrasportatori di Padova e di Treviso: al Gruppo Trasporti di Assindustria Venetocentro fanno capo infatti 63 imprese con quasi 4.300 collaboratori.
Hanno firmato l’accordo Maria Cristina Piovesana, Presidente di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso e il Dirigente del Compartimento di Polizia Stradale per il Veneto, Dirigente Superiore Cinzia Ricciardi.  
Un accordo che estende alla provincia di Padova e rafforza una collaborazione avviata a Treviso già nell’anno 2015, nell’ambito della quale Polizia Stradale continuerà ad esprimere le proprie migliori risorse umane e professionali in corsi di formazione rivolti agli utenti professionali della strada, proposti e pianificati anche con il supporto di Fòrema Padova e Unis&F Treviso Pordenone, le strutture formative dell’Associazione.
La complessità delle normative nazionali e comunitarie che regolano l’attività del trasporto su strada ed in particolare quelle in materia di tempi di guida e di riposo dei conducenti, richiedono un impegno congiunto per il conseguimento dei migliori risultati in termini di sicurezza stradale.
«È un esempio di collaborazione virtuosa tra imprese e Pubblica Amministrazione, che riteniamo strategico per il nostro sviluppo all’insegna della legalità, della sicurezza e delle buone pratiche», ha detto Maria Cristina Piovesana.  
Il 50% degli incidenti mortali sul lavoro avviene secondo l’Inail sulle nostre strade e il perseguimento  dell’Obiettivo 2020 del Piano Nazionale di Sicurezza Stradale, che punta a ridurre del 50% rispetto al 2010 il numero di vittime sulla strada, non può non passare attraverso la prevenzione e l’educazione alla sicurezza stradale, realizzata mediante percorsi formativi rivolti alle imprese ed ai collaboratori dell’autotrasporto. L’esperienza sviluppata a Treviso è molto positiva, una buona pratica che è giusto estendere e ampliare ad altre realtà territoriali.
«Il miglioramento degli standard di sicurezza stradale   - ha detto Cinzia Ricciardi - è un obiettivo che può essere raggiunto solo con la partecipazione di tutti i soggetti, pubblici e privati, che compongono il tessuto sociale del territorio. Questo accordo è un esempio concreto di questa partecipazione che non può non avere risvolti positivi sul tema della sicurezza stradale, andando ad aumentare le conoscenze e le consapevolezze dei soggetti che a vario titolo e per motivi diversi sono considerati utenti della strada».