Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto lanciato da Il Pastificio, tutto il ricavato alla Lilt

IL GIOCO DELL'OCA DI TREVISO CHE DIVERTE ALL'INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ

Nelle caselle del tradizionale passatempo le bellezze della città


TREVISO - Riscoperta delle tradizioni, promozione del territorio, creatività, enogastronomia e una buona dose di solidarietà. Come nelle ricette meglio riuscite, c’è una molteplicità di ingredienti alla base di “GiOca Trevisana”, l’operazione lanciata da “Il Pastificio”, laboratorio di comunicazione trevigiano, insieme ad altri soggetti locali.
Tradizione: ovvero quella di un classico come il Gioco dell’Oca. Qui però riproposto in una versione “trevigianizzata”: le caselle con le illustrazioni di Nicola Ferrarese, disegnatore e condirettore artistico del Treviso Comic Book Festivale, infatti, in uno stile dal tratto volutamente retrò, richiamano luoghi simbolo della città, dalle Mura alla Loggia dei Cavalieri alla Fontana de le tette, e le sue eccellenze gastronomiche, dalla sopacoada al radicchio rosso, o sportive, con i successi delle squadre locali. E i tipici pegni e bonus strizzano l’occhio ai più giovani chiedendo di scattarsi un selfie e postarlo sui social o di inviare agli amici via Whatsapp un modo di dire trevigiano.
Non solo, il tabellone ripiegato a forma di prisma diventa un originalissimo contenitore. All’intero una confezione di “Pasta di Treviso”, speciali bigoi forniti per l’occasione dall’azienda “Solo Treviso”.

Trevisani e turisti potranno acquistare questo particolare souvenir in tre locali cittadini: Osteria da Arman, Vecia Hostaria dai Nanetti ed Equilibri, portarselo a casa, giocare in famiglia e così conoscere e diffondere le bellezze di Treviso. E naturalmente, potranno gustarsi la pastasciutta, magari con la ricetta appositamente allegata, firmata dalla foodblogger Angela Maci.

«È un po’ come un ritorno alle origini - afferma Piergiorgio Paladin, founder e guida di Ideeuropee, agenzia di comunicazione integrata che insieme a “Subject832” e “Mome” anima “Il Pastificio” - È un progetto che ci riporta alla storia dell’edificio di archeologia industriale che abbiamo scelto come sede, un tempo occupato dal “Premiato Pastificio A.M. Zaro”. Proprio a quella storia ci siamo ispirati per rendere il nostro omaggio alla città”.
Ma l’operazione ha anche e soprattuto una finalità benefica: tutto il ricavato della vendita del GiOca Treviso (offerta minima 10 euro) sarà devoluto alla Lilt provinciale per le sue attività, tra cui la realizzazione di una nuova sede.
Il sindaco Mario Conte, intervenendo al lancio ufficiale del progetto, ha già prenotato le prime confezioni per farne un regalo natalizio ai suoi assessore. L’auspicio è che molti altri ne seguano l’esempio in queste festività.