Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Predisposti tre itinerari alla scoperta delle facciate affrescate

TREVISO URBS PICTA SI VISITA CON L'AUDIOGUIDA SUL TELEFONINO

Nuovo progetto di Fondazione Benetton e Rotary Club


TREVISO - Dagli arconi di Palazzo dei Trecento al Monte di Pietà, da via Roggia e Ca’ da Noal alla chiesa di Sn Franceco, dall’antica corte dei Vetreri, in via San Michele, dove un recente restauro ha rivelato finte architetture e motivi ornamentali sotto l’intonaco, fino a porta Altinia.
Smartphone o tablet alla mano, si potrà girare per Treviso seguendo il filo conduttore (anzi, molteplici fili) dell'Urbs Picta. Da oltre un lustro la Fondazone Benetton Studi e Ricerche è impegnata in un poderoso lavoro di censimento e studio delle facciate dipinte e degli affreschi parietali. Gli oltre seicento siti individuati sono già confluiti in una banca dati on line interattiva e in un volume, vincitore, tra l’altro, del premio Mazzotti. Finora, però, questa massa di dati è rimasta appannaggio soprattutto di studiosi e addetti ai lavori (anche se, ad esempio, il database ha registrato numerose consultazioni dal Sudamerica).
L’obiettivo è rendere questo patrimonio ancora più fruibile a tutti, trevigiani e turisti. Sono stati così messi a punto degli itinerari a tema, da percorrere con apposite guide virtuali. Basterà scaricare gratis la app "izi travel", una delle piattaforme più note del settore, e seguendo le indicazioni raggingere le diverse tappe (12-15 per ciascun percorso): qui si potranno leggere direttamente sul telefonino delle sintetiche spiegazioni, oppure farsele raccontare dall’audioguida. Nella versione definitiva, la voce sarà quella di Sergio Grasso, gastronomo, conduttore televisivo, divulgatore, doppiatore.
A sostenere l’operazione, insieme alla Fondazione Benetton, il Rotary Club Treviso. I primi tre tour saranno disponibili da venerdì, come spiegano Chiara Voltarel e Rossella Riscica, che hanno condotto la ricerca e curato anche i testi di questa guida: saranno dedicati a "Finte tappezzerie", "Medioevo" e "Rinascimento".  Altri tre tragitti, pronti da febbrario, riguarderanno le immagini devozionali, miti e leggende e animali fantastici. Quest’ultimo, in particolare, sarà rivolto ai bambini con giochi e quiz, in una sorta di “caccia all’affresco”.
L'applicazione fornirà anche informazioni sulla città e sul contesto storico artistico in cui i dipinti sono stati creati. In futuro è in programma anche una versione in inglese. Le nuove audioguide di Treviso Urbs Picta saranno presentate al pubblico venerdì 13 dicembre, alle 18, all'auditorium Spazi Bomben,  in via Cornarotta 7, a Treviso.
Il 21 dicembre, invece, sarà svelato il restauro dell'affresco della "Madonna del Parto", su una colonna della chiesa di San Nicolò, finanziato dal Rotary Club.