Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una vittoria che mancava da quasi 5 anni

I LEONI AZZANNANO IL LIONE E SORRIDONO IN CHAMPIONS

Decide una meta di Lazzaroni dopo quelle di Sarto e Ioane


TREVISO - Erano quasi 5 anni che il Benetton non vinceva in Champions Cup: lacuna colmata. Splendida giornata di sole a Monigo, con i Leoni che cominciano alla grande. Serie di incursioni e proprio da una di queste nasce la meta di Sarto. Keatley non è pero preciso dalla piazzola. I Leoni non sono sazi e così si portano nuovamente all’attacco. Pettinelli riceve da una touche e serve Morisi, il centro biancoverde crea il buco nella difesa francese e passa all’accorrente Ioane che va a siglare in mezzo ai pali. Keatley aggiunge i due punti dalla piazzola ed il punteggio si porta sul 12-0. Al 18’ Lione fa però capire di volere reagire, così costruisce un drive e varca la linea di meta con Gill; Fernandez trasforma dalla piazzola. I francesi prendono fiducia e si rendono pericolosi in più occasioni. Quella decisiva arriva al 24’ quando il centro Wulf riceve l’ovale, accelera e riesce a marcare; Fernandez trasforma e porta i suoi in vantaggio 12-14. Nel finale di primo tempo, i francesi continuano ad affacciarsi in zona rossa ma nonostante l’incomprensione tra Faiva e Duvenage che causa l’in avanti con conseguente mischia in favore di Lione, i Leoni riescono a difendersi a dovere lasciando il risultato invariato. La ripresa si apre con il piazzato di Keatley che permette ai suoi di mettere nuovamente la testa avanti. Appena quattro minuti più tardi Lione reagisce nella stessa maniera con Fernandez. In campo comincia ad accusarsi un po’ di stanchezza e così comincia la girandola di cambi per entrambe le squadre. Al 55’ ottimo calcio di punizione conquistato da Barbini che mette le mani in ruck costringendo gli avversari al tenuto. Keatley è preciso dalla piazzola. Al 64’ doccia fredda per i Leoni, l’assalto francese porta punti. Un’azione di forza porta la meta di Barassi non trasformata da Wisniewski. Punteggio sul 18-22. Nonostante il risultato, gli uomini di Crowley spinti anche dal pubblico accorso a Monigo non demordono. Così una combinazione tra Tebaldi e Lazzaroni porta alla meta dell’avanti biancoverde; Rizzi è preciso nel trasformare. Gli ultimi minuti di gara vedono qualche rischio corso dai Leoni ma è buona la difesa dei biancoverdi, spicca su tutti il placcaggio di Morisi (nominato Heineken Man of the Match, ndr) che ferma un’avanzata francese che rischiava di diventare pericolosa.

BENETTON-LIONE 25-22
BENETTON 15 Jayden Hayward, 14 Leonardo Sarto, 13 Ratuva Tavuyara, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane (75’ Ian Keatley), 10 Ian Keatley (57’ Antonio Rizzi), 9 Dewaldt Duvenage (C) (66’ Tito Tebaldi), 8 Abraham Steyn, 7 Giovanni Pettinelli (50’ Marco Barbini), 6 Sebastian Negri (61’ Marco Lazzaroni), 5 Eli Snyman, 4 Irné Herbst (61’ Marco Fuser), 3 Tiziano Pasquali, 2 Hame Faiva (61’ Federico Zani), 1 Cherif Traore (53’ Nicola Quaglio)
disposizione: 18 Michele Mancini Parri. All. Crowley
LIONE 15 Jean-Marcellin Buttin, 14 Ethan Dumortier, 13 Pierre-Louis Barassi, 12 Rudi Wulf, 11 Noa Nakaitaci (60’ Xavier Mignot) (70’ Noa Nakaitaci), 10 Pato Fernandez (61’ Jonathan Wisniewski), 9 Jonathan Pélissié (c) (65’ Sam Hidalgo-Clyne), 8 Loann Goujon, 7 Liam Gill (41’ Virgile Bruni), 6 Patrick Sobela, 5 Etienne Oosthuizen, 4 Killian Geraci (66’ Tanginoa Halaifonua), 3 Clément Ric (32’ Hamza Kaabèche), 2 Jeremie Maurouard, 1 Vivien Devisme (52’ Xavier Chiocci). All. Mignoni
MARCATORI 9’ meta Sarto, 13’ meta Ioane tr. Keatley, 18’ meta Gill tr. Fernandez, 24’ meta Wulf tr. Fernandez, 44’ p. Keatley, 48’ p. Fernandez, 56’ p. Keatley, 64’ meta Barassi, 72’ meta Lazzaroni tr. Rizzi