Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un kossovaro accompagnato in aeroporto e imbarcato su un volo

PROGETTAVA UN ATTENTATO A VENEZIA, ESPULSO

Faceva parte della cellula jihadista sgominata nel 2017


VENEZIA. È stato espulso uno dei giovani kosovari che preparavano l'attentato a Venezia. La Digos della Questura di Venezia con la collaborazione dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Treviso, ha infatti eseguito l'espulsione disposta dal Ministro dell'Interno nei confronti di Arjan Morina, per motivi di prevenzione del terrorismo. Il giovane kosovaro faceva parte della «cellula» jihadista che aveva collocato la sua base in un appartamento nel cuore del centro storico lagunare e sgominata nel marzo 2017 all'esito di un'indagine coordinata dalla Dda di Venezia, iniziata nel settembre del 2015 dalla Digos di Venezia. I componenti del gruppo erano stati tutti arrestati il 30 marzo 2017 e poi condannati in via definitiva. (ansa)