Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

NUOVAMENTE ARRESTATO E CONDANNATO

LIBERO PER ERRORE, TORNA IN CARCERE

IL GIOVANE TUNISINO SFUGGÌ ALL'ESPULSIONE PER UN CAVILLO


VENEZIA - Era già stato arrestato due volte nel giro di una settimana Koubyb Bkhairia, ragazzo tunisino di 18 anni, già al centro di numerose polemiche. Il primo arresto è avvenuto per aver picchiato e rapinato un ragazzo di 16 anni, il secondo per una violenta lite con uno spacciatore. In entrambi i casi, dopo il processo per direttissima e la condanna, il giovane era stato scarcerato. Nell'ultima occasione il giudice aveva disposto l'espulsione dall'Italia, procedura che doveva essere immediata ma per un “inghippo burocratico” il diciottenne era stato rilasciato un'altra volta.
A distanza di poche settimane dal rilascio, il ragazzo tunisino è stato nuovamente arrestato per aver aggredito senza motivo alcuni passanti con una griglia di metallo nel sottopasso ciclopedonale della stazione ferroviaria di Mestre.
Gli agenti sono intervenuti tempestivamente per fermarlo, ma il giovane non ha avuto paura di affrontarli, come già dimostrato nei due precedenti arresti, quando li aveva minacciati di rubare loro la pistola. Il diciottenne è stato infine processato e condannato a dieci mesi di carcere e subito dopo all'espulsione.