Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presenti tutti i piloti e i tecnici, dall'associazione 20mila euro in beneficienza

LE FRECCE TRICOLORI STAR A CISON DI VALMARINO

Oltre 440 persone all'incontro organizzato dal Club di Pieve di Soligo


CISON DI VALMARINO - Un successo oltre ogni previsione l’annuale incontro tra i soci del 1° Frecce Tricolori Cub di Pieve di Soligo e tutti i piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale, svoltosi alcune sere fa, nella grande sala del “Teatro Carlo Magno” all’interno dello storico castello “Castelbrando” di Cison di Valmarino. 440 i partecipanti, provenienti non solo da tutta Italia, ma alcuni anche dall’estero, in rappresentanza dei 136 fan club sparsi nei cinque continenti. La giornalista televisiva Patty, che ha condotto la serata, ha aperto il programma invitando sul palco prima il comandante delle Frecce Tricolori, Gaetano Farina, e poi, ad uno ad uno, anche tutti i piloti della Pan. A fare gli onori di casa il Presidente del 1° Frecce Tricolori Club Remigio Villanova, il quale, dopo aver ringraziato tutti i piloti e le numerose autorità presenti, ha ricordato che quest’anno la festa è stata ancora più grande e sentita, perché ricorreva il trentennale dalla fondazione. Tutti i piloti, assistenti di volo e meccanici si sono poi divisi nei vari tavoli, per poter passare una serata in compagnia dei loro fan e rispondere con la consueta gentilezza e professionalità, che da sempre distingue questi impareggiabili “acrobati” del volo, alle molteplici domande e curiosità su questa mirabile professione. Il club pievigino – a ricordato l’intraprendente presidente Remigio Villanova - è da qualche anno impegnato pure nella raccolta di fondi da devolvere alle persone meno fortunate ed anche alla ricerca sulla cura delle malattie rare, quelle patologie per le quali le case farmaceutiche non investono per mancanza di ritorno economico. Quest’anno il club pievigino ha raccolto e devoluto in beneficenza alla “Città della speranza” 20mila euro, mentre per il 27 aprile del prossimo anno verrà organizzata una cena per raccogliere dei fondi, da devolvere alla ricerca sul “Sarcoma Epiteliode” anche questa una delle malate rare e molto gravi. Presente per l’occasione al tradizionale scambio degli auguri di fine anno: il professore ordinario presso l’Università Cattolica “Sacro Cuore” di Roma e direttore della scuola di specializzazione in patologia clinica e biochimica, nonché membro del consiglio direttivo del centro di ricerche oncologiche “Giovanni XXIII” dott. Alessandro Sgambato; lo scrittore Giovanni Carraro, il quale ha presentato il suo ultimo lavoro “Prealpi flash” una “guida digital” dove storia, usi, costumi e tradizioni, condurranno per mano il turista sulle colline dell’alto trevigiano, diventate patrimonio Unesco. Molti anche i politici e gli alti ufficiali presenti, tra questi: l’Assessore regionale Roberto Marcato, il consigliere regionale Alberto Villanova, diversi sindaci del trevigiano, il pluricampione del mondo e italiano di ciclismo Renato Longo, i due volte campione del mondo di go-Kart Paolo De Conto, il critico d’arte Renato Casaro, l’esule istriano Gigi D’Agostini (testimone e divulgatore del dramma delle foibe. ed alcune vecchie glorie della PAN come: il Generale Gianfranco da Forno, Massimino Montanari, Ferdinando Meacci, Gianluigi Zanovello, Carlo Baron e Ignazio Vania.
Diego Berti