Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giubbotti, pantolini e camicie avrebbero dovuto essere destinati al macero

VESTITI CONTRAFFATTI, DONATI AI POVERI TREVIGIANI PER L'INVERNO

Dopo averli confiscati, la Guardia di Finanza li ha consegnati a due enti benefici


TREVISO - Capi di abbigliamento confiscati perché non rispettavano le norme sui marchi, i brevetti e la sicurezza dei prodotti. Di fatto, però, abiti perfettamente indossabili, che ora saranno destinati, per questi mesi invernali, a persone in situazioni di disagio economico o sociale.
La Guardia di Finanza di Treviso li ha consegnati nei giorni scorsi a due realtà di volontariato benefico: la Casa di accoglienza Mater Dei di Vittorio Veneto e il Banco Solidale di Treviso. Si tratta, in particolare, di giubbotti, pantaloni e camicie sequestrati tempo fa dai Finanzieri della Compagnia di Conegliano. Il materiale, definitivamente confiscato al termine degli accertamenti svolti, era destinato alla distruzione, ma le Fiamme Gialle hanno preferito richiedere all’Autorità Giudiziaria l’autorizzazione per devolverlo ad associazioni che si occupano dell’assistenza a persone in difficoltà, dopo avere opportunamente rimosso qualsiasi riferimento ai marchi contraffatti.
Gli articoli, pronti per l’utilizzo, sono stati così donati alle due associazioni trevigiane, per essere messi a disposizione di persone indigenti e bisognose. Una sensibilità e una vicinanza dimostrata dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso che non ha mancato di suscitare l’apprezzamento e i ringraziamenti da parte dei due enti.