Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittime dei vandali

SPARI CONTRO LA VETRINA DEL NEGOZIO

Due buchi sul vetro e le telecamere distrutte


SAN ZENONE - Due spari alla vetrina del negozio, come una sorta di avvertimento, e poi hanno spaccato le telecamere di videosorveglianza. Le vittime, Maria Karouach, di origini marocchine ma nata in Italia, e suo padre Charkaoui, titolari del negozio "Planet Fruit" in via Marconi, a San Zenone degli Ezzelini. Maria di giorno lavora, e di sera va a scuola a Montebelluna. Per quel negozio lei e la sua famiglia hanno investito 70 mila euro, tra sacrifici e difficoltà. Nella notte tra sabato e domenica i vandali hanno distrutto le telecamere di sorveglianza. Pare che quell'attività dia fastidio a qualcuno, ma ci sono anche tanti cittadini solidali che li supportano. Maria adesso ha paura che qualcuno possa entrare nel negozio e possa fare del male a lei e ai suoi familiari. Intanto grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza i carabinieri hanno avviato le indagini.