Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le guardie giurate in piazza per il rinnovo del contratto

LA PROTESTA DI NATALE

Sono seicento in tutta la provincia


TREVISO. Natale amaro per il settore della vigilanza privata. Le guardie giurate che in provincia sono circa 600, chiedono più tutela ed il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. Dopo mesi di proteste, iniziate ad agosto, le tre sigle sindacali organizzano un sit in con raccolta firme domani (oggi) Sabato 21 Dicembre 2019 dalle ore 9.00 alle ore 15.00 in Piazzetta San Tommaso a Treviso per informare la cittadinanza sulle difficoltà del settore delle Guardie giurate e della vigilanza in generale.

“Le guardie giurate”- spiega Massimo Marchetti della UilTucs- “svolgono un lavoro faticoso, 365 giorni, feriali e festivi, giorno e notte, un lavoro rischioso per affrontare, insieme alle Forze dell’Ordine, la criminalità e la micro-delinquenza. Svolgono anche servizi anti-terrorismo. Nel nostro territorio garantiscono un lavoro di presidio importantissimo”.

Il settore vede disattese, da anni, alcune norme importanti e deve fare i conti non solo con gli appalti al ribasso, ma anche con licenze irregolari e varie forme di abusivismo.