Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/299: AD ABU DHABI WESTWOOD SI IMPONE SU UN SORPRENDENTE LAPORTA

Nel torneo in vigore le norma anti-gioco lento


ABU DHABI - Sono sette gli azzurri che partecipano al Championship di Abu Dhabi, il primo degli otto tornei sponsorizzati dalla Rolex nell’ambito dell’Eurotour. Sono numerosi, i campioni che iniziano l’anno 2020 negli Emirati Arabi Uniti all’Abu Dhabi GC, con lo statunitense...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL CIELO, IL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le guardie giurate in piazza per il rinnovo del contratto

LA PROTESTA DI NATALE

Sono seicento in tutta la provincia


TREVISO. Natale amaro per il settore della vigilanza privata. Le guardie giurate che in provincia sono circa 600, chiedono più tutela ed il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro. Dopo mesi di proteste, iniziate ad agosto, le tre sigle sindacali organizzano un sit in con raccolta firme domani (oggi) Sabato 21 Dicembre 2019 dalle ore 9.00 alle ore 15.00 in Piazzetta San Tommaso a Treviso per informare la cittadinanza sulle difficoltà del settore delle Guardie giurate e della vigilanza in generale.

“Le guardie giurate”- spiega Massimo Marchetti della UilTucs- “svolgono un lavoro faticoso, 365 giorni, feriali e festivi, giorno e notte, un lavoro rischioso per affrontare, insieme alle Forze dell’Ordine, la criminalità e la micro-delinquenza. Svolgono anche servizi anti-terrorismo. Nel nostro territorio garantiscono un lavoro di presidio importantissimo”.

Il settore vede disattese, da anni, alcune norme importanti e deve fare i conti non solo con gli appalti al ribasso, ma anche con licenze irregolari e varie forme di abusivismo.