Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indicazioni per muoversi a piedi e in bici e, per i più grandi, in scooter

"NON CI SONO VITE DI RISERVA": A VILLORBA UN PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE

La Polizia locale nelle scuole per spiegare, anche con fiabe, le regole della strada


VILLORBA - “I recenti fatti di cronaca nera stanno evidenziando sempre più quanto la maleducazione stradale sia ancora una volta causa principale di morte per i giovani. Non è killer la strada, ma il micidiale mix di compor-tamenti che si fonda sulla mancanza di rispetto”, dice Francesco Soligo, assessore al Sociale e all’Istruzione di Villorba. “Rispetto delle regole in primis e rispetto per la vita altrui: non ci si può distrarre per leggere un messaggio arrivato sullo smartphone, non solo in auto, ma anche come pedone e ciclista, non si può viaggiare in auto senza allacciare le cinture di sicurezza sia davanti sia dietro. Non ci sono vite di riserva come nei videogiochi e le conseguenze di un incidente possono andare oltre la morte, segnando in negativo l’esistenza di più famiglie e avere ripercussioni, troppo spesso taciute, per l’intera collettività. Il progetto di educazione stradale di Villorba in corso con il supporto e la supervisione del Comando della Polizia Locale, ha proprio lo scopo - continua Francesco Soligo - di intervenire e cercare di correggere i comportamenti coinvolgendo i giovani dalla scuola d’infanzia per arrivare sino alle medie, perché diventino essi stessi testimonial dei comportamenti corretti da seguire anche all’interno delle proprie famiglie”. In concreto tra la fine di novembre e il 20 dicembre scorso la Polizia Locale ha già incontrato (e ne incontrerà altre nel corso del 2020) alcune classi delle scuole primarie con un crescendo di informazioni e messaggi, sotto forma di fiabe e filmati, tarati in base all’età: partendo dal tema del riconoscimento della segnaletica stradale, passando per la distinzione di forme e colori della segnaletica verticale, per poi imparare l’attra-versamento pedonale con una prova pratica di passeggiata sul territorio e quindi comprendere le regole che deve seguire il pedone prima di affrontare (nelle classi quinte) cosa significhi condurre una bicicletta. L’educazione stradale riservata agli studenti delle scuola media, anche in questo caso la Polizia Locale ha incontrato i primi gruppi, segue lo stesso schema di informazione progressiva in base all’età: con le classi prime si pone l’attenzione sui pericoli e rischi connessi alla circolazione di pedoni e ciclisti, con le seconde ci si avvicina al tema della conduzione del motorino e del corretto utilizzo del casco, infine con gli studenti dell’ultimo anno si procede ad un’analisi analisi dei fattori che sono alla base degli incidenti stradali.