Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sarà dotato di 50 occhi elettronici, server e nuovi programmi di gestione

RONCADE SI REGALA IL NUOVO SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA

Al sistema, gestito dalla polizia locale, avranno accesso anche gli uomini dell'Arma


RONCADE. Sicurezza in primo piano nel bilancio del Comune di Roncade. Il consiglio comunale a dicembre ha dato il via libera allo stanziamento di altri 50 mila euro, in aggiunta a quelli già previsti nel 2019, per l'acquisto e il posizionamento di quasi 50 nuove telecamere di videosorveglianza. 

Si tratta in tutto di 100mila euro che serviranno per dare vita all'intero sistema di sicurezza che prevederà, oltre all'acquisto dei nuovi occhi elettronici, anche quello di tutta l'attrezzatura necessaria, tra cui server e nuovi programmi di gestione. 

“Il progetto si articolerà in più stralci – fa sapere l'assessore alla sicurezza Daniele Biasetto - che verranno realizzati nel tempo, con implementazioni successive dell'infrastruttura. Il primo stralcio, che partirà già quest'anno, prevederà la copertura del sistema di videosorveglianza e relativi collegamenti per tre accessi alla città e al parco del Musestre, oltre all'acquisto di tutta l'attrezzatura. Una volta acquistati i server, i gestionali e quanto necessario per il funzionamento generale, nel secondo stralcio si procederà all'acquisto di più occhi elettronici. E' possibile, date le ampie dimensioni, che sia necessario un terzo stralcio per il completamento totale del progetto”. 

Approvato nelle scorse settimane dalla giunta e realizzato da Contarina Spa, il sistema prevederà la copertura di 23 accessi alla città, ognuno dei quali disporrà di un doppio occhio elettronico. Si parla in tutto di quasi 50 telecamere. “Una di queste telecamere combinate, ovvero quella che verrà posizionata sul ponte tra Quarto d'Altino e Musestre, verrà realizzato dal Comune di Quarto e finanziato da entrambi i Comuni”, dichiara Biasetto.

Da sempre attenta al tema della sicurezza in città, sulla questione interviene il sindaco Pieranna Zottarelli che sottolinea la doppia valenza del progetto che, oltre al monitoraggio in diretta del territorio comunale, fornirà all'amministrazione anche informazioni importanti sul traffico veicolare: “Verranno installati apparecchi di ultima generazione che avranno come obiettivo quello di presidiare ulteriormente il territorio. Le telecamere oltre che di contesto, ovvero in grado di riprendere l'area circostante, saranno anche in grado di leggere le targhe dei veicoli. In questo modo sarà possibile individuare il numero di auto di passaggio e le relative targhe”. Agli apparecchi non sfuggiranno oggetti e persone, anche in condizioni di illuminazione variabili, con una visione nitida sia di giorno che di notte. Uno strumento che incentiverà ulteriormente la sinergia tra tutti i responsabili della sicurezza: “La gestione del sistema sarà a cura della polizia locale, ma l'accesso e le informazioni saranno a disposizione degli uomini dell'Arma”, chiude il sindaco.